Diploma ad honorem per ricordare Nazifa, la studentessa e volontaria scomparsa a giugno

Era arrivata in Italia per curare una grave forma di linfoma. «Il suo ricordo guida il cammino di chi resta»

«Il ricordo di Nazifa serve a mantenerne vivo l’esempio e guida il cammino di chi resta». Roberto Faccani ha ricordato così martedì 14 al liceo Ricci Curbastro di Lugo, la figlia adottiva, arrivata in Italia nel 2008 dall’Afghanistan per curare una grave forma di linfoma e deceduta nel giugno scorso.
Alla presenza del dirigente scolastico, Giancarlo Frassineti e delle autorità, fra le quali il prefetto di Ravenna Castrese De Rosa, Eleonora Proni, presidente dell’Unione dei Comuni, compagni e docenti di Nazifa, è stato conferito il diploma di maturità scientifica ad honorem alla memoria della giovane, da sempre impegnata come volontaria della Croce Rossa e insignita dal presidente della repubblica Sergio Mattarella, nel 2018, della carica di Alfiere della repubblica.

Fabio Pagani


© Riproduzione riservata