Imola scalda i motori per la Formula 1, «attesi 200 mila spettatori nel weekend». E sul rinnovo…

Presentato in Regione il Gran Premio. Sticchi Damiani (Aci): «Recuperare quello del 2023 sarebbe un passo in avanti»; Bonaccini: «State tranquilli che il Gran Premio resterà»

La Ferrari e la Rivazza durante il Gp 2022. Foto Isolapress

A  un anno dall’alluvione e dalla cancellazione dell’edizione 2023, Imola e l’autodromo tornano a riassaporare l’evento principe della stagione motoristica: il Gran Premio di Formula 1.
«Qui sono attesi oltre 200mila spettatori nei tre giorni, che porteranno a un giro d’affari di oltre 270 milioni di euro – le parole del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento che si è tenuta oggi nella sede dell’ente regionale -. Non dimentichiamo le ricadute tramite le trasmissioni televisive: nel 2022 ben sessanta emittenti da tutto il mondo hanno seguito il Gp di Imola, con più di 80 milioni spettatori collegati. Ricordiamoci che tantissimi piloti hanno dichiarato il circuito imolese uno dei più belli del circus. Questa tappa rende grande la città di Imola, la Regione e l’Italia».
Impossibile non tenere conto di quanto accaduto l’anno scorso, come sottolinea il sindaca di Imola, Marco Panieri, che definisce la tappa 2024 della F1 «il Gran Premio della ripartenza dopo un anno difficile per la nostra regione, che dà lustro ai nostri territori e al nostro Paese».

Messaggio promozionale

Rinnovo dopo il 2025?
A tenere banco anche la questione rinnovo, dato che il contratto scade nel 2025. Sulla questione interviene Angelo Sticchi Damiani, numero uno dell’Aci: «Ci sono diversi accordi di cui parlare con la Fia. Già recuperare quello del 2023 nel 2026 sarebbe un bel passettino in avanti. Dipenderà molto da quello che succederà in Europa per capire come si svilupperà il rinnovo dei Gran Premi europei. C’è un equilibrio su Gp europei ed extra-europei, ma bisogna valutare quanto in Europa saranno intenzionati a puntare sulla Formula 1. Bisogna sottolineare – aggiunge – che il lavoro di Stefano Domenicali è stato determinante in questi anni per riportare a Imola il Gran Premio. La storia e l’amore dei piloti e dei fan è dalla parte di Imola, ma serve altro. Da parte dell’Aci ci sarà tutto l’impegno necessario».
Più decisa la risposta del presidente della Regione Bonaccini: «Ci hanno detto che era impossibile portare in Emilia Romagna eventi come il Gp di Imola, Coppa Davis a Bologna, partenza Tour de France da Cesenatico. Stiamo dimostrando tante cose coi fatti e state tranquilli che il Gran Premio resterà ancora a Imola».

Le chiavi della città a Stefano Domenicali
Ad accompagnare il Gran Premio saranno i tanti eventi collaterali che si svilupperanno in città. Tra questi anche la consegna delle chiavi della città di Imola a Stefano Domenicali, imolese alla guida della Formula 1. Cerimonia che già doveva tenersi nel 2023 ma era stata rinviata a causa dell’alluvione.

Il week end a Imola
Il programma del Gran Premio prevede venerdì due sessioni di prove libere dalle 13.30 alle 14.30 e dalle 17 alle 18; il sabato la terza sessione di prove libere dalle 12.30 alle 13.30 a cui seguirà la qualifica dalle 16 alle 17. Domenica il via del GP è previsto per le 15. Oltre alla Formula 1 saranno in pista Formula 2, Formula 3 e Porsche Supercup.
Per quanto riguarda i biglietti sono ancora disponibili circa 9 mila tagliandi per la giornata di domenica.


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità