Addio a Desideria Pasolini dall’Onda, fu tra i fondatori di Italia Nostra

Diversi gli incontri che l'hanno vista protagonista a Imola per ripercorrere la storia della sua famiglia e della villa di Montericco

Desideria Pasolini dall'Onda

Si è spenta a Roma all’età di 101 anni la contessa Desideria Pasolini Dall’Onda, tra i fondatori di Italia Nostra, onlus che dal 1955 si occupa della salvaguardia dei beni culturali, artistici e naturali.
Intellettualmente effervescente, sostenne anche il network dei Giardini Italiani. Legata al nostro territorio, al pari del fratello Niccolò venuto a mancare lo scorso 7 settembre, dalla villa di famiglia a Montericco, la contessa nel corso dei decenni ha partecipato a diverse iniziative sul nostro territorio relative alla storia della famiglia Pasolini dall’Onda e della residenza imolese. 
La contessa ricevette nel 2002 dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi il titolo di Cavaliere di Gran Croce al Merito della Repubblica per aver contribuito alla difesa del patrimonio storico, artistico e culturale del nostro Paese.
«Con la scomparsa di Desideria Pasolini dall’Onda, fondatrice e storica presidente di Italia Nostra, viene meno una voce importante dell’impegno civile per la salvaguardia del patrimonio culturale e del paesaggio – commenta il ministro della Cultura, Dario Franceschini -. Con la sua vita ha testimoniato autentico amore per ciò che più contraddistingue il nostro Paese: la grande eredità delle civiltà che si sono sviluppate nel nostro territorio e la bellezza che giorno dopo giorno, forti e consapevoli di tale  lascito, continuiamo a creare nel nostro Paese».

In questa foto, un incontro del 2011 organizzato a Imola dalla contessa e dal fratello Niccolò per ricordare le gesta dell’illustre antenato il conte Giuseppe Pasolini. Da sinistra: la contessa Desideria Pasolini dall’Onda, Antonio Patuelli (presidente della Cassa di Risparmio di Ravenna), Andrea Ferri (direttore del nostro settimanale), Alberto Domenicali (presidente della Banca di Imola) e l’allora sindaco Daniele Manca.