La compagnia Il Piccolo al Don Fiorentini, con “I romani e le Sabine” omaggio a Giorgio Barlotti

La moglie e attrice Lucia Ricalzone: «Grazie a questo grande lavoro di squadra potremo dar voce e dar vita a quelli che erano i pensieri e i desideri di Giorgio»

Lo spettacolo teatrale I romani e le Sabine – ovvero la vera storia del ratto delle Sabine, previsto in scena a Imola al teatro Don Fiorentini lunedì 4 marzo, sarà replicato martedì 5 marzo alle 20.45, visto che la prima serata ha ottenuto già da giorni il tutto esaurito.
La commedia, proposta dalla compagnia Il Piccolo di Imola e dall’Officina Sant’Ermanno, è una sorta di ulteriore tributo a Giorgio Barlotti (nella foto con la moglie Lucia Ricalzone), scomparso da qualche mese, ed è tratta da un suo libro pubblicato nel 2016.
La compagnia diede inizio allo studio del copione, all’attribuzione delle parti e alle prime prove alla fine dello scorso settembre e Barlotti avrebbe dovuto interpretare il personaggio di Calpurnio. «Abbiamo voluto rispettare i suoi desideri e portare in scena la commedia – spiega Lucia Ricalzone -. Vestirò io i panni di Calpurnio, interpreterò quella che sarebbe stata la sua parte. Grazie a questo grande lavoro di équipe potremo dar voce e dar vita a quelli che erano i pensieri e i desideri di Giorgio».
Barlotti non sarà tra le quinte come regista, ma certamente dall’alto seguirà il suo Piccolo e magari darà pure una tiratina di orecchie a chi non reciterà come lui avrebbe voluto, ma si unirà agli applausi finali, felice che il suo testo sia andato in scena, così come era previsto.


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità