La Moto Riva di Battilani, un pezzo unico al mondo «tra amore e pazzia» – Il video in anteprima

Il signor Benito Renzo Battilani ci ha aperto le porte di casa sua e al tempo stesso del suo cuore per parlarci e farci vedere in anteprima la leggendaria due ruote

Un amore incondizionato per il mondo dei motori. È questo quello che si respira entrando all’interno della Collezione Battilani, nella prima zona industriale di Imola.
Il signor Benito Renzo Battilani ci ha aperto le porte di casa sua e al tempo stesso del suo cuore per parlarci e farci vedere in anteprima la leggendaria moto Riva, recentemente restaurata e protagonista del libro che verrà presentato nella sede del Crame il prossimo mercoledì 7 febbraio alle ore 21 Insieme a lei, ci troviamo dinanzi a centinaia di moto d’epoca, coppe, foto e tanto altro che rappresentano un vero e proprio museo dedicato alle due ruote.
«Un pilota di nome Valerio Riva, considerato il Nuvolari di Torino, corse in tutti i circuiti d’Italia dal 1922 al 1935 e nel 1928 ebbe l’idea di costruire una moto all’avanguardia in grado di sbaragliare il mondo motociclistico per quanto riguarda la velocità, la tenuta e le prestazioni – spiega Battilani -. Decise di realizzare due modelli. Il secondo del 1929 è quello che abbiamo avuto la fortuna di trovare. Ho deciso di restaurare la moto Riva cercando, però, di rispettare il più possibile quello che era stato fatto al momento. Si tratta di un oggetto unico al mondo e di conseguenza ho pensato fosse meglio avere un esempio da poter toccare con mano, piuttosto che una mera fotografia»

Se vuoi saperne di più, leggi l’articolo completo nel numero del nostro settimanale disponibile in edicola e in edizione digitale arricchita!
Ora è possibile acquistare anche la copia digitale (in formato pdf) del giornale dal nostro sito di e-commerce: fai click qui!


© Riproduzione riservata

Pubblicità