Piccole Suore di Santa Teresa, due messe in ricordo dei fondatori

Nel centenario della congregazione, due celebrazioni per ricordare don Giuseppe Mazzanti e di madre Maria Zanelli

Vivere un centenario è riappropriarsi di quei punti luce che ne hanno guidato la storia. Nel mese di dicembre si ricordano due date importanti, due giornate che hanno il sapore dell’eternità: sono gli anniversari delle morti di don Giuseppe Mazzanti e di madre Maria Zanelli. E per ringraziare il Signore del dono della vita e delle testimonianze dei propri fondatori, le Piccole Suore di Santa Teresa del Bambino Gesù organizzano due celebrazioni eucaristiche nella cappella dell’istituto Santa Teresa in Imola (via Emilia 233), con inizio alle 20 nelle giornate di venerdì 15 e 22 dicembre.
Era infatti il 22 dicembre del 1954, alle 13.05, quando il sacerdote imolese entrava nella vita eterna. Attorno a lui, nella sua cameretta all’interno dell’istituto della congregazione, si recitava il primo requiem. «Il suo volto sereno ci parla di pace e di gioia per il suo incontro con il Volto di Dio» recita la cronaca di quel giorno. Domenica 15 dicembre 1957 invece, alle 21.15, dopo ventisette ore di agonia e in una stanzetta al primo piano dell’ospedale civile di Imola, ci lasciava madre Maria Zanelli, in seguito a un incidente stradale. Che cos’è la morte? Per don Mazzanti è l’abbraccio amoroso di un padre che tanto ci ama, per madre Zanelli è un nascondersi in colui che ha molto amato. La morte è l’inizio della vita piena insieme a Dio, è il vero compleanno della gioia senza fine.


© Riproduzione riservata

Pubblicità