A dieci anni dalla scomparsa Riolo dedica una mostra a Gio’ Bert

Da sabato 2 la mostra "I sogni scolpiti" per ricordare l'artista che viveva nella frazione di Cuffiano

Giò Bert. Foto d'archivio

Riolo Terme rende omaggio all’artista Gio’ Bert (al secolo Giovanni Bertozzi) nel decimo anniversario della sua scomparsa, avvenuta nella frazione di Cuffiano il 6 dicembre 2013, a una settimana dal suo 89esimo compleanno  mentre stava lavorando a una nuova opera.
Da sabato 2 dicembre a domenica 7 gennaio, la rocca e la sala Sante Ghinassi ospitano l’esposizione I sogni scolpiti, organizzata dal Comune con il sostegno della Banca di credito cooperativo della Romagna occidentale. In rocca saranno in mostra i lavori di dimensioni minori, mentre nella sala Ghinassi quelli più imponenti. La mostra sarà inaugurata il 2 dicembre alle 18 e si potrà visitare, per la parte nella sala Ghinassi, il sabato dalle 17 alle 21 e la domenica dalle 15 alle 19, per la parte in rocca il giovedì dalle 10 alle 13, dal venerdì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30.

Nato a Brisighella nel 1924, Gio’ Bert si trasferisce a Cuffiano nel 1930 e a 50 anni decide di abbandonare il mestiere di mobiliere per dedicarsi completamente alla scultura, un sogno che inseguiva fin da bambino. Molti fra i suoi lavori sono stati realizzati in tempo reale nei luoghi pubblici dei vari continenti, richiamando appassionati di arte e semplici curiosi da ogni parte.
Nel numero in edicola da giovedì 30 novembre abbiamo ricordato la carriera artistica di Giò Bert. 
Se vuoi saperne di più, leggi l’articolo completo nel numero del nostro settimanale disponibile in edicola e in edizione digitale arricchita!
Ora è possibile acquistare anche la copia digitale (in formato pdf) del giornale dal nostro sito di e-commerce: fai click qui!


© Riproduzione riservata

Pubblicità