Dai mercatini alle mostre, gli eventi per il Natale di Castel Bolognese

Non mancherà l’esposizione di Madonne in ceramica a cura di Gianfranco Budini e dei presepi al Mulino Scodellino

Torna il Natale e con le feste torna il calendario di eventi invernali realizzato a Castel Bolognese dall’amministrazione in collaborazione con le associazioni locali. Giochi, letture, esposizioni d’arte, incontri con gli autori, concerti, conferenze, spettacoli di danza: una rassegna ricca di proposte per coinvolgere tutta la cittadinanza.
Il clima più tipicamente natalizio si potrà respirare domenica 17 dicembre in piazza Bernardi. Grazie allo spettacolo Il castello della Regione dei Ghiacci, all’allestimento dei giochi “di una volta”, al mercatino degli hobbisti, agli stand di cantine vinicole locali, alle performance artistiche e musicali dal vivo, il centro storico si immergerà in un’atmosfera festosa. Merenda e vin brulé a cura dell’Associazione Pro Loco e di Slam Drunk Basket non mancheranno.

Una novità rispetto al ventaglio delle proposte più tradizionali della rassegna è costituita da due incontri di approfondimento su temi impegnativi quali il lacerante conflitto israelo-palestinese e la Memoria, trattati con approccio attoriale dal sensibile divulgatore Luca Rosetti. «L’obiettivo è di formulare una proposta culturale in grado di intrattenere, ma anche di conoscere e crescere, cosa di cui ognuno di noi ha bisogno nella propria quotidianità e che passa attraverso le arti» spiega l’assessore alla Cultura Luca Selvatici. Nel calendario di appuntamenti sono inserite la mostra di terracotte e ceramiche invetriate di Alberto Mingotti a cura di Claudio Spadoni nella cornice della ex chiesa di Santa Maria della Misericordia, l’esposizione di Madonne in ceramica a cura di Gianfranco Budini e dei Presepi presso il Mulino Scodellino e l’esposizione di opere scultoree di Stefano Zaniboni presso la chiesa di San Sebastiano.

«Due mesi di attività a tutto tondo in cui si sono recuperati eventi sospesi questa estate per alleggerire una rassegna estiva che nasceva sul bagnato dell’alluvione, e pensato a qualcosa di nuovo – continua Selvatici –. Si parlerà di ragazzi e scuola con il prof. Enrico Galiano, di musica e vino con Omar Pedrini, di bullismo con Andrea Franzoso, e di tanto altro anche sul programma delle associazioni che ancora una volta, con un contributo prezioso e fondamentale, arricchiscono il calendario di un paese che desidera e che ha bisogno di fermento ed entusiasmo.»
Il calendario completo degli eventi è reperibile in cartaceo negli esercizi commerciali del paese o presso la biblioteca comunale, mentre sul sito del Comune di Castel Bolognese e sulle sue pagine social sarà pubblicato il calendario in formato digitale.


©  Riproduzione riservata

Pubblicità