Foto, quadri e testimonianze per ricordare il lavoro delle lavandaie

Alla biblioteca Trisi una mostra documentaria sulla storia del ponte delle lavandaie sul canale dei mulini

Il canale delle lavandaie a Lugo

È sicuramente uno dei luoghi più noti del canale dei mulini, un luogo legato alla storia del nostro territorio. Sarà il ponte delle lavandaie di Lugo (in romagnolo pont dal bugadéri) il luogo protagonista della mostra documentaria che inaugura sabato 28 ottobre alle 10 all’interno della biblioteca Trisi.
La mostra nasce dalla collaborazione della biblioteca di Lugo con l’archivio storico del Comune e ha l’obiettivo di raccontare la storia di questo luogo e, soprattutto, rendere omaggio al duro lavoro svolto dalle lavandaie, illustrato attraverso il racconto proposto dall’esposizione di immagini, racconti e disegni.
«Grazie all’impegno del gruppo di lettura ad alta voce Diamo Voce alle Storie e all’aiuto prezioso delle volontarie Lucia Baldini, Loretta Cicognani, Velia Ferrioli, Gloria Mazzanti e Anna Maria Versari, è stato possibile raccogliere le testimonianze di coloro che ancora conservano vividi ricordi di quel periodo» spiegano dal Comune. Dai loro racconti emergono due aspetti significativi: da un lato, la fatica e l’impegno delle donne coinvolte nel lavaggio del bucato; dall’altro, la vivacità e la gioia dei bambini che, accompagnando le loro mamme al lavoro, trovavano nel canale un’occasione di svago e divertimento. Le fotografie esposte offrono una sintesi di entrambi questi momenti.
Il percorso espositivo sarà corredato di dipinti che artisti locali come Anacleto Margotti, Orazio Toschi e Gino Croari nel corso della loro carriera hanno dedicato alle lavandaie o all’arte di fare il bucato
All’interno della mostra, un ampio spazio sarà dedicato ai documenti provenienti dall’archivio storico di Lugo. La mostra rimane aperta fino al 23 novembre, negli orari di apertura della biblioteca.


© Riproduzione riservata

Pubblicità