Addio al prof. Francesco Dalla Valle. Un’istituzione per Lugo, dall’insegnamento alla politica

Docente al Ricci Curbastro e poi all'Università per adulti, ha portato in classe un metodo di insegnamento innovativo e spronato i suoi allievi sempre a nuove sfide. Sabato 8 l'ultimo saluto

Francesco Dalla Valle

Una grande perdita per Lugo e il mondo della cultura lughese. Si è infatti spento il professore Francesco Dalla Valle, 101 anni compiuti il 25 novembre scorso. Docente al liceo Ricci Curbastro, poi all’Università per adulti, ha portato in classe un metodo di insegnamento innovativo e spronato i suoi allievi sempre a nuove sfide. Motivi per cui era molto amato dai suoi alunni (sotto la sua biografia). Tanti erano infatti i suoi ex alunni che nel novembre 2021 si erano ritrovati al liceo di Lugo per festeggiare i suoi 100 anni.
Dalle 7.30 di venerdì 7 aprile saranno possibili le visite alla camera mortuaria dell’ospedale Umberto 1° di Lugo, da cui il feretro partirà alle 14 di sabato 8 per raggiungere la Collegiata dove si terrà una benedizione vista la concomitanza con la vigilia della Pasqua.
«La sua capacità di trasmettere il sapere, unita all’amore per l’insegnamento lo ha reso un docente amatissimo e un grande innovatore. Sono tanti gli ex allievi che lo ricordano con particolare affetto – il messaggio di cordoglio del sindaco di Lugo, Davide Ranalli -. Di lui vorrei ricordare anche l’impegno nel consiglio comunale di Lugo e quello nell’Università per Adulti. Insomma, il prof. Dalla Valle è stato un’istituzione per la nostra città e oggi perdiamo una grande personalità. Alla figlia Paola, che come il papà siede in consiglio comunale, e a tutta la sua bella famiglia, vanno le nostre più sentite condoglianze».

La biografia del professore
Francesco Dalla Valle è nato a Maiano di Fusignano il 25 novembre 1921. È stato insegnante (per 20 anni al liceo Ricci Curbastro di Lugo), didatta, formatore, istruttore, sperimentatore, animatore di scuole estive di fisica, in contatto costante con l’élite accademica (Lòria, Veronesi, Forino, ecc.), inventore di apparecchiature, socio dell’Associazione insegnanti di fisica (Aif) dal ’63 e fondatore della sezione Aif di Lugo, pubblicista dal ’73. Tutti titoli vissuti senza ostentazione alcuna, in linea col suo carattere e sobrio stile di vita. È stato un uomo fortunato, Francesco Dalla Valle, ad arrivare al liceo di Lugo, quasi 60 anni fa e trovare un preside come Giulio Costa, primo in Italia a separare i due insegnamenti di matematica e fisica, il quale lo indirizzò all’aggiornamento sul Physical Science Study Committee, la nuova frontiera della didattica della fisica, già nota negli Usa negli anni ’50, in procinto di affermarsi in Italia, nel decennio successivo. Gli anni del liceo di Lugo (1962/’63-1982/’83) saranno tutti costellati di successi in campo nazionale (i suoi allievi vinceranno nel ’66, ’69, ’70 il primo premio al concorso di fisica, bandito dalla Esso Standard Italiana) ed internazionale, con la partecipazione ai congressi del Groupe International de Recherche sur l’Einsegnement de la Physique di Venezia (1973), di Edimburgo (1975) e della Association for Scientific Education a Oxford (1976) come membro del gruppo organizzato da Arturo Lòria. Dalla Valle non è stato solo insegnante e scienziato, ma anche impegnato sul piano civile e culturale nei campi dell’astrofilia amatoriale, della politica (consigliere comunale Pri indipendente, tra gli anni ‘70 e ‘80) e colonna portante dell’Università per Adulti di Lugo, nella quale ha ricoperto i ruoli di fondatore, presidente dal 1996 al 2004, ed attualmente ricopre quello di presidente emerito. È stato soprattutto un buon seminatore: molti suoi allievi occupano ruoli di eccellenza nelle più prestigiose istituzioni scientifiche ed accademiche (CERN-Ginevra, Brera-Milano, Pisa, Oxford, Bologna). A novant’anni portò la fisica in contesti inusuali ed è stato attivo come docente all’Università per Adulti fino al 2017.
Giovanni Baldini


 

Pubblicità