L’espressione “quel che passa il convento” è apparentemente riduttiva, ma in realtà suggerisce benessere, sicurezza e gusto. Perché il convento, per definizione, passa cose buone. In questo agile volume vengono proposte ricette rinvenute nel corso del paziente lavoro di riordino dell’archivio del monastero di Santo Stefano di Imola. Sono stati trovati alcuni quadernetti e numerose carte sciolte contenenti ricette, databili presumibilmente tra la fine del XVIII secolo e i primi decenni del XX secolo. Le ricette sono suddivise in cibi, bevande e prodotti non alimentari e raggruppate per affinità di prodotto o tecnica di realizzazione.