Un vino romagnolo in tavola al G7: è l’albana passito Scaccomatto della Fattoria Zerbina

La cantina di Marzeno: «Saprà ben rappresentare il territorio di appartenenza e tanti anni di dedizione ed impegno per far emergere l’eccellenza»

Da sempre uno degli aspetti che suscita la curiosità durante i G7, la riunione dei grandi del mondo, riguarda la tavola. Ad accompagnare il G7 in corso a Fasano, in provincia di Brindisi, presso il resort Borgo Egnazia, sarà il menu pensato dallo chef Massimo Bottura, dell’Osteria Francescana di Modena.
Ma non sarà l’unica eccellenza dell’Emilia Romagna in tavola: ad accompagnare il dolce sarà l’albana passito Scaccomatto della faentina Fattoria Zerbina, località Marzeno.
«È motivo di orgoglio sapere che lo Scaccomatto farà parte dei vini serviti nelle giornate del G7, al fianco della cucina di Massimo Bottura – commenta questa notizia la cantina -. Un vino icona fra i dolci italiani che saprà ben rappresentare il territorio di appartenenza e tanti anni di dedizione ed impegno per far emergere l’eccellenza anche in questa regione».

Messaggio promozionale


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità