Dal canto del gallo alle lezioni di romagnolo, al via la Fiera agricola del Santerno

Taglio del nastro alle 18.30 di venerdì 14 per la manifestazione che ha l'obiettivo di far conoscere i prodotti dell’agricoltura e i valori che ne caratterizzano la produzione

Foto Isolapress

Tra animali, buon cibo, prodotti di qualità e tanti spettacoli dal vivo, torna l’atteso appuntamento annuale in riva al Santerno dedicato al mondo dell’agricoltura. La dodicesima edizione della Fiera agricola del Santerno di Imola è pronta ad accogliere le decine di migliaia di visitatori dal 14 al 16 giugno (apertura al pubblico venerdì dalle 18 alle 23, sabato dalle 9 alle 23, domenica dalle 9 alle 21) come di consuetudine, nel parco del complesso Sante Zennaro.

Messaggio promozionale

La manifestazione aprirà i cancelli venerdì 14 giugno alle 18 e alle ore 18.30 sarà ufficialmente inaugurata alla presenza delle autorità e delle associazioni. La fiera sarà aperta venerdì 14 giugno dalle ore 18 alle ore 23; sabato 15 giugno dalle ore 9 alle ore 23 e domenica 16 giugno dalle ore 9 alle ore 21. L’ingresso è gratuito.
Su una superficie espositiva di 4.000 metri coperti e 60.000 scoperti, la manifestazione, rivolta principalmente al mondo agricolo, si pone come obiettivo quello di far conoscere ad un pubblico sempre più ampio i prodotti dell’agricoltura e i valori che caratterizzano la loro produzione.


Se vuoi saperne di più, leggi l’articolo completo nel numero del nostro settimanale disponibile in edicola e in edizione digitale arricchita!
Ora è possibile acquistare anche la copia digitale (in formato pdf) del giornale dal nostro sito di e-commerce:
 fai click qui!


A farla da padrone saranno la frutta e la verdura a km 0. È prevista, infatti, una vasta area dedicata all’esposizione, degustazione e vendita dei prodotti agricoli e agroalimentari delle ben 56 aziende produttrici presenti alla Fiera del Santerno. La mostra mercato del vivaismo, invece, potrà contare su sei realtà mentre quella delle macchine e attrezzature per l’agricoltura, prodotti per il giardinaggio e la zootecnia, sarà rappresentata da 23 espositori.
Tra le novità della dodicesima edizione si aggiungono la rassegna interprovinciale Bovini Razza Romagnola, con la presenza di una cinquantina di capi e la dodicesima rassegna interregionale della Razza Asino Romagnolo, che tra adulti e puledri vanta ben 56 soggetti iscritti alle varie categorie. Alla Fiera Agricola del Santerno c’è spazio anche per i più piccoli, con tanti laboratori di cucina per la realizzazione di biscotti, piadina sul testo con farine di grani di produzione locale, di pasta fresca e garganelli. Inoltre, l’Associazione Astrofili imolesi, sabato dalle 16 alle 23, proporrà un’attività per osservare il sole e la luna mentre l’Associazione Arte.Na presenterà due laboratori dedicati al Canale dei Mulini. Per non dimenticare il passato e le sue buone abitudini, infine, è prevista anche la Rassegna in Dialèt, con canzoni e racconti della tradizione romagnola. Da segnalare, infine, dopo il successo dello scorso anno, la sfida di canto del gallo all’alba di domenica 16, alle 6.
È confermata anche quest’anno la navetta gratuita per e dalla fiera, in partenza dai parcheggi dell’Area Lungofiume e di via Tiro a Segno.
Il programma completo è consultabile sul sito www.culturaimola.it e sulla nuova App Fiera Agricola del Santerno a cura di PineApp, azienda imolese specializzata nella creazione di siti web e applicazioni.

L’enogastronomia scende in campo
Come sempre, in Fiera saranno presenti proposte gastronomiche delle Sagre storiche del circondario imolese, ovvero: Gruppo Polentari di Tossignano, Antica Società Maccheroni di Borgo Tossignano, Associazione Sagra della Piè Fritta di Fontanelice, Associazione Festa del Garganello, Associazione ProLoco Belvedere, Associazione ProLoco di Mordano, a cui si aggiunge lo stand di Coop Clai.
L’Osteria dei Colli d’Imola, presente sui tre giorni con le cantine vinicole della Doc Colli d’Imola, presenterà l’eccellenza delle produzioni vitivinicole del territorio. Inoltre vi sarà un’ampia scelta di birre artigianali prodotte dai birrifici del territorio. A completare il quadro saranno un bar e tre gelaterie.


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità