Imola, scivola e cade nel Santerno: salvata da due poliziotti

I due agenti, arrivati sul posto dopo la segnalazione di un passante, hanno estratto la donna dalle acque affidandola al 118

Aggrappata con le braccia a un ramo, in preda al panico perché non riusciva a uscire dal fiume. Sono stati due agenti del commissariato di polizia di Imola a salvare una donna classe ’74 dalle acque del Santerno nel pomeriggio di ieri, 4 giugno.
A chiamare i soccorsi è stato un passante che, mentre percorreva via Pirandello/Graziadei, ha sentito le urla della donna che chiedeva aiuto. I primi ad arrivare sul posto sono stati i due poliziotti di una volante che si trovava in zona. Gli agenti, indirizzati dal passante, hanno trovato la donna incapace di nuotare aggrappata con le braccia a un ramo all’altezza del ponte di viale Dante. «I due giovani agenti, incuranti della loro incolumità e senza attrezzatura specifica, sono entrati in acqua per sollevare la signora e portarla in salvo» riferiscono dal commissariato. I due poliziotti dopo aver estratto la donna dal fiume l’hanno abbracciata per scaldarla in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. La signora è stata poi affidata alle cure del 118.
La donna, residente a Imola, avrebbe riferito alla polizia di essere scivolata nel Santerno mentre si trovava nei pressi della briglia presente nel fiume poco dopo il ponte di viale Dante. Portata in ospedale, la signora è stata visitata e dimessa poco dopo.

Messaggio promozionale


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità