Dalla storia alle note dell’arpa, un’estate di grandi appuntamenti al museo diocesano

Concerti, incontri, visite guidate e aperture straordinarie a partire da giugno. Grande protagonista sarà anche il giardino storico del palazzo vescovile di Imola

Il giardino ha ospitato anche nell'estate 2021 diversi appuntamenti. Foto Museo diocesano di Imola

La musica, l’arte, la natura. Sono i tre ingredienti principali dell’estate del museo diocesano di Imola e del giardino storico intitolato a monsignor Signani. Tanti gli eventi in cartellone che a partire da giugno andranno in scena tra le mura del palazzo vescovile, nel cuore della città. «Abbiamo cercato di mettere in piedi una stagione ricca e variegata – spiega Marco Violi, alla guida del museo diocesano di Imola – che potesse rispondere a gusti diversi e soddisfare un ampio pubblico».

Messaggio promozionale

Ad aprire gli Incontri nel verde nel giardino storico sarà, giovedì 13 giugno alle 21, una conversazione con Edoardo Santoro, conservatore del Giardino medievale di palazzo Madama di Torino, sui giardini storici. Seguiranno quattro appuntamenti, nel-l’ambito di Imola di mercoledì: il 19 giugno è in programma una visita guidata al giardino storico e al museo delle carrozze a cui si affianca l’apertura straordinaria dalle 20 alle 23, che si ripeterà anche il 26 giugno, il 3 luglio, il 10 luglio.

Venerdì 5 luglio proseguono invece gli eventi di Sere d’estate nel giardino storico con una serata (alle 21) su uno dei più importanti miniatori italiani, Niccolò di Giacomo (1325-1403) e sul Breviario Tavelli, condotta da Fabio Massaccesi, docente dell’Università di Bologna. Venerdì 12 luglio, sempre alle 21, sarà invece ospite il pittore e illustratore Fabrizio Spadini, che dipingerà dal vivo e converserà con il pubblico.

Gli appuntamenti con la musica iniziano il 27 giugno. Alle 21, nel chiostro del palazzo vescovile, si terrà l’anteprima della stagione estiva di Emilia Romagna Festival con un grande pianista: Ramin Bahrami. Il ricavato della serata concorrerà al restauro di un’opera del museo diocesano. Domenica 21 luglio, invece, sempre nel chiostro del palazzo vescovile e sempre nell’ambito del cartellone estivo di Emilia Romagna Festival, si esibirà Massimo Mercelli al flauto insieme a Martino Colombo (violino), Davide Navelli (viola), Enrico Mignani (violoncello). La musica si sposterà poi nell’arena del giardino storico per un concerto di arpa, sempre firmato Emilia Romagna Festival, che il 29 agosto vedrà protagonista Nicoletta Sanzin (seguirà un brindisi offerto dal museo diocesano in collaborazione con il bar Otello). Ad agosto sono in programma anche due aperture straordinarie: dalle 16 alle 19 il 13 agosto, nell’ambito dei festeggiamenti per il santo patrono di Imola, e il 15 agosto dalle 20 alle 23 con un brindisi per tutti i visitatori.

Durante i mesi di giugno e luglio il museo diocesano, il museo delle carrozze e il giardino storico saranno aperti il sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 e la domenica dalle 15.30 alle 19. Nel mese di agosto, invece, rimarrà aperto solo il giardino storico, fatto salvo per le due aperture straordinarie il 13 e il 15.


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità