Fino a 50 euro al mese per chi va al lavoro in bici. Anche Castel Bolognese aderisce al progetto Bike to work

Al via dal 3 giugno l’iniziativa per incoraggiare gli spostamenti casa-lavoro in bicicletta

man in black jacket riding white motorcycle during daytime
Foto di repertorio

Il 3 giugno 2024 prenderà il via anche a Castel Bolognese il progetto Bike to Work, pensato per incentivare l’uso della bicicletta negli spostamenti casa-lavoro.
L’iniziativa regionale, già adottata a Imola dal febbraio 2023, è «volta a promuovere la mobilità sostenibile e uno stile di vita sano, il cui obiettivo è quello di incentivare l’uso della bicicletta quale mezzo di trasporto salutare, ecocompatibile e a basso consumo energetico» fanno sapere dal Comune, e si rivolge a tutti i lavoratori dipendenti ed autonomi residenti a Castel Bolognese.

Messaggio promozionale

Ciascun lavoratore interessato dovrà presentare la propria domanda di partecipazione, mediante un modulo online appositamente predisposto.
Come si ottiene il bonus? Il progetto prevede «l’erogazione di 0,20 euro per ogni chilometro percorso, nel tragitto casa-lavoro e lavoro-casa, per un massimo di 50 euro al mese». La sede di lavoro può essere ubicata ovunque, ma almeno un tratto del percorso per raggiungerla deve essere compreso nel territorio del Comune di Castel Bolognese.
Dopo l’iscrizione, il lavoratore dovrà scaricare l’App Wecity sul cellulare, registrarsi (indicando i propri dati e il proprio iban) accettando il regolamento, inserire il codice d’accesso fornito dal Comune di Castel Bolognese e ricordarsi di attivare l’app all’inizio di ogni tragitto che compirà in bicicletta (anche per bici a pedalata assistita). Ogni tre mesi verranno versati tramite bonifico sul conto corrente indicato le somme corrispondenti ai chilometri pedalati e registrati dall’App (con un minimo di 30 km a trimestre).

Tutte le info sul progetto e il regolamento sono disponibili nella pagina dedicata sul sito web del Comune di Castel Bolognese.


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità