Alla piscina di Medicina un sollevatore per far entrare in vasca persone con disabilità o in riabilitazione

Il dispositivo, dal costo di quasi 6mila euro, è stato acquistato grazie al contributo di Sfera

Da alcune settimane, la piscina di Medicina ha abbracciato il concetto di inclusività grazie al sostegno finanziario fornito da Sfera (realtà responsabile della gestione di 21 farmacie comunali nel territorio di Bologna e Ravenna). Sfera ha elargito 6 mila euro con i quali il comune di Medicina e l’ASD Nuoto 051, associazione che gestisce la piscina medicinese, hanno acquistato un sollevatore: un dispositivo che consente alle persone con disabilità o in fase riabilitativa di accedere all’acqua con facilità e sicurezza.
Questo sollevatore può essere posizionato in qualsiasi punto della vasca, a qualsiasi altezza. «Una dotazione che ci permette di spalancare sempre più le porte della piscina di Medicina a quell’utenza costretta, negli anni precedenti, a valutare altre location fuori dall’area geografica comunale» afferma Orazio Manai, capo dell’ASD Nuoto 051. Anche il sindaco di Medicina, Matteo Montanari , ha sottolineato il valore di questo intervento: «Da tempo alimentiamo con decisione quelle politiche di inclusione capaci di trasformare ogni spazio pubblico in un luogo accogliente e alla portata di tutti».

Messaggio promozionale


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità