Andrea Costa, serata perfetta: vittoria nel derby e playoff conquistati

San Severo perde, i biancorossi vincono: la strada per gli spareggi promozione è spianata. Standing ovation di tutto il Ruggi per the last dance di Lollo Dalpozzo

Tu chiamale, se vuoi, emozioni. Le lacrime di Lollo Dalpozzo all’ultima partita della carriera durante l’abbraccio con capitan Corcelli. I sorrisi dell’Andrea Costa dopo il derby vinto e i playoff conquistati (gli imolesi giocheranno contro Livorno). Il Ruggi infuocato, da tutto esaurito. Sono le istantanee di questo derby di Imola, ultima partita della regular season. Non l’ultima della stagione per l’Andrea Costa che si giocherà la promozione nei playoff. Di seguito la cronaca della partita, che vi abbiamo raccontato in diretta testuale.

Messaggio promozionale

Ultimo quarto
10′-9′: Cabotaggio fino alla sirena, che arriva sul 70-82. È festa per il popolo biancorosso: l’Andrea Costa vince il derby e vola ai playoff, la serata perfetta. Bellissimo l’abbraccio tra capitan Corcelli e Lollo Dalpozzo
8′: La Virtus è già negli spogliatoi, ma c’è la standing ovation per Dalpozzo: tutto il Ruggi, settore Andrea Costa incluso, rende omaggio allo storico giocatore giallonero dopo 12 stagioni e 222 partite
7′: Marangoni, ça va sans dire, da fuori. E, ça va sans dire, fallo Virtus: con Drocker di va sul 66-78.
6′: Masciarelli muove di nuovo il tabellone, ma dall’altra parte del campo Aukstilkalnis fa quello che vuole e mette la tripla che mette i titoli di coda al match: 64-74, +10 Andrea Costa. Nel frattempo in Puglia San Severo è crollata in casa, Andrea Costa sempre più vicina ai playoff.
5′: La Virtus è in bambola. Ma Crespi sbaglia due liberi dopo l’ennesimo fallo. I gialloneri scompaiono
4′: Nervosismo in maglia giallonera, quarto fallo per Masciarelli. Poi la giocata che decide la partita: Aukstilkalnis dall’angolo segna da tre e si prende il fallo: gioco da 4 e biancorossi avanti di 8.
3′: Chiappelli si sblocca da fuori area e ricuce fino al -4. Drocker sulla sirena becca il ferro, polveri bagnate.
2′: Alla Virtus non ne entra una, tecnico per protesta a Barattini. L’Andrea Costa realizza
1′: Marangoni inaugura il quarto in appoggio, Aukstilkalnis prende e realizza dalla lunetta, è 59-65 Andrea Costa.

Terzo quarto
10′: Ennesimo fallo, liberi Virtus: Valentini fa due su due. Airball di Crespi e l’ultimo tiro è dei gialloneri. Ma rien ne va plus: 59-61. Notizia positiva per i biancorossi: San Severo è sotto di nove.
9′: Ci pensa capitan Corcelli a scuotere i suoi con una tripla. Dall’altra parte Aukstilkalnis stoppatona e poi si accende la bagarre per un tecnico assegnato a Crespi dopo la schiacciata. Nervosismo alle stelle e punteggio 57-61
8′: Magagnoli tira fuori dal cilindro un super intercetto, ma il contropiede non si concretizza. Ranuzzi in post segna, tanto agonismo in campo. E infatti arriva l’antisportivo per Ranuzzi, il numero 11 saluta la partita per somma di tecnico e antisportivo. 56-56 dopo i liberi di Masciarelli
7′: Morara accorcia, e poi si prende un gioco da tre fondamentale: canestro e fallo, la Virtus torna a -1.
6′: Che partita. Crespi di prepotenza si prende canestro più fallo, i biancorossi scappano via di nuovo a +6.
5′: Ritmi altissimi, Masciarelli schiaccia e tira giù il Ruggi. Un giocatore ritrovato dopo il primo tempo in chiaroscuro. Dall’altra parte Aukstilkalnis fa un gioco da tre e porta di nuovo avanti i biancorossi: 48-51
4′: Chiappelli dalla lunetta pareggia, Corcelli replica: 46-48.
3′: Barattini accorcia ancora di più, Ranuzzi perde palla e la Virtus pareggia 44-43. Poi Corcelli ristabilisce l’ordine da fuori area: 44-46. È derby champagne
2′: Masciarelli replica e riporta i suoi a -5. Aglio fa un super intercetto, Corcelli spende il fallo. Schiacciatona di Masciarelli, Virtus rinata nel secondo tempo.
1′: Ranuzzi da tre: riprende il festival della tripla: 35-43


Secondo quarto
10′: Crespi dalla lunetta, poi sale in cattedra Magagnoli, mette la tripla e costringe al time-out Di Paolantonio. La sirena suona sulla tripla tentata da Aukstilkalnis. 35-40 il punteggio per l’Andrea Costa, squadre a riposo e una super ripresa della Virtus. San Severo avanti di 1, i biancorossi devono vincere
9′: Masciarelli partecipa al festival delle triple, ne mette due e accorcia 32-38
8′: Aglio risponde da due, time out Andrea Costa. La Virtus continua a faticare, tanta confusione in campo
7′: Chiappelli e Barattini rianimano un po’ la Virtus, si gioca a mille: 24-35. Aukstilkalnis ritocca il tabellino con una bomba da tre: 24-38
6′: Si tira solo da tre: a Magagnoli risponde sempre Drocker in formato Steph Curry: 20-35
5′: La zona dell’Andrea Costa mette in seria difficoltà la Virtus, ancora a secco nel secondo periodo. Drocker taglia le gambe ai gialloneri con due triple da antologia: 17-32, parziale di 15-0
3′: La Virtus non c’è, l’Andrea Costa scappa a +9 con Drocker e Martini
2′: Per i primi punti bisogna aspettare Martini che realizza in tap-in dopo una serie di palle perse e occasioni sprecate. Partita molto nervosa. La tripla di Marangoni fa esplodere la tribuna biancorossa. Time out Virtus: 17-22


Primo quarto
10′: Aglio fa esplodere il Ruggi con una tripla da manuale. Corcelli con un libero prende il  pareggio: 17-17. San Severo in vantaggio 22-15 con Ruvo di Puglia.
9′: Tripla di Aglio ma subito pareggio di Crespi: 14-14. Capitan Corcelli riporta avanti i suoi: 14-16
8′: Delizioso assist di Marangoni per Ranuzzi, tutto al volo: 11-10. Sorpasso Andrea Costa grazie ai liberi di Sorrentino
7′: Andrea Costa un po’ nervosa, tecnico per Ranuzzi. Realizza Barattini. Crespi rianima i suoi e mette il canestro del 10-8.
6′: Ranuzzi perde la sfida con la sirena, Drocker esce con due falli sul tabellino. Barattini segna uno solo dei liberi: 9-6 Virtus.
5′: Primo quarto lento, ma solo nel punteggio. Ranuzzi si prende due liberi, ne piazza due: 5-6. Magagnoli risponde con la seconda bomba da tre: 8-6.
4′: Tanto agonismo in campo, tanta imprecisione nel giro palla. Ci pensa Magagnoli a piazzare la tripla che rompe l’equilibrio: 5-4.
2′: La Virtus muove la retina con Ohenhen: 2-2.
1′: Crespi in schiacciata sblocca il derby!
Ore 18.02: Palla a due, si parte!
Per l’Andrea Costa: Corcelli, Crespi, Aukstikalnis, Ranuzzi, Drocker
Per la Virtus: Ohenhen, Magagnoli, Masciarelli, Barattini, Chiappelli

Ore 17.45: Tutto esaurito al PalaRuggi, atmosfera delle grandi occasioni. Poco prima dell’inizio il grazie del popolo giallonero a Lollo Dalpozzo, all’ultima partita in carriera.


In autodromo si corre, su Imola scende la pioggia. Il PalaRuggi è però infuocato. It’s derby time: Virtus Neupharma Imola contro Andrea Costa. L’ultima della regular season che, almeno per i biancorossi vale tantissimo: la squadra di coach Di Paolantonio si gioca l’accesso ai playoff e l’ottavo posto. Dall’altra parte i gialloneri, che ormai non hanno nulla da chiedere al campionato se non un ultimo sussulto di gloria: fare lo sgambetto ai cugini e pareggiare il numero di stracittadine vinte (al momento 4-3 per l’Andrea Costa). Senza dimenticare the last dance di Lollo Dalpozzo, all’ultima gara della carriera dopo 12 stagioni e 221 partite con la casacca giallonera.
Seguite con noi il derby di Imola, palla a due alle 18.


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità