Welcome, WEC! La corsa del mondiale endurance arriva a Imola

Valentino Rossi e diversi ex piloti di F1 pronti a darsi battaglia all'Enzo e Dino Ferrari dal 19 al 21 aprile

La presentazione dell'evento. Foto Isolapress

Entusiasmo. Questo è ciò che si è percepito dalla conferenza stampa di presentazione del WEC (World Endurance Championship), andata in scena in mattinata al terminal aviazione generale dell’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna.
L’evento a quattro ruote è in programma dal 19 al 21 aprile all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, e come anticipato l’attesa è altissima: «Abbiamo bisogno di un riscatto dopo il brutto periodo dell’alluvione e penso che questa stagione motoristica lo sarà – ha dichiarato Marco Panieri, sindaco di Imola -. Il WEC concentra, oltre alla gara, tanti eventi collaterali tra Fan Zone, musica e appuntamenti in centro storico. Vogliamo garantire agli appassionati che verranno un’esperienza unica a 360° gradi, unendo come sempre eventi culturali e gastronomici». Le previsioni del Comune parlano di 60.000 spettatori in tre giorni, di cui oltre 30.000 nel giorno della gara.

Messaggio promozionale

Gli fa eco Pietro Benvenuti, direttore dell’autodromo imolese: «Riportare il WEC a Imola è un successo importante, che abbiamo tenuto grazie allo sforzo e alla coesione di tanti operatori. Saranno 14 le case costruttrici in gara e questo fa percepire il valore della competizione». Presente alla conferenza anche Frédéric Lequien, numero uno del World Endurance Championship: «Il WEC attualmente è a un nuovo livello, dobbiamo consolidarci e continuare a migliorare sulla scia della Formula 1». Tra i protagonisti più attesi ci saranno Valentino Rossi, che già nel 2022 aveva esordito a Imola nell’endurance, e diversi ex piloti di Formula 1: Jenson Button, Robert Kubica, Mick Schumacher solo per citarne alcuni. Il FIA World Endurance Championship gareggia ad Imola per la prima volta nella sua versione moderna, riannodando un filo che porta al lontano 1974, 50 anni fa esatti, quando si disputò la prima gara mondiale endurance, la 1000 km di Imola valevole per il Campionato Sport Prototipi.

Non sono mancati gli interventi di due piloti, uno attuale e un ex di spessore. Il primo è Antonio Fuoco, sicuro protagonista alla guida della Ferrari: «Imola per me e per la Ferrari è una pista speciale. Ho ricordi bellissimi qui. Non vediamo l’ora di regalare spettacolo ai tifosi». Dopo di lui è toccato a Pier Luigi Martini, romagnolo doc e vincitore nel 1999 della 24 Ore di Le Mans: «Conservo solo emozioni forti, che ho condiviso insieme alla mia squadra. Questa categoria è entusiasmante ed è bello rivederla brillare come i vecchi tempi. Mi ricordo che, ormai 50 anni fa, andavo all’autodromo per assistere allo show delle gare delle macchine prototipi».
L’attenzione dei presenti si è poi spostata sulla Fan Zone: esposizioni di vetture attuali e storiche, simulatori di guida, intrattenimento, ruota panoramica e momenti musicali sul palco che verrà allestito. Attivo anche uno shuttle per il trasporto tra centro e autodromo, e proprio in centro (in piazza Matteotti) si terrà il briefing dei piloti. I biglietti sono disponibili su Ticketone.


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità