Sesto Imolese in festa per i 100 anni di Elio Costa

La figlia Maura: «È stato bello vedere tante persone che lo conoscono e gli vogliono bene»

La frazione di Sesto Imolese ha voluto festeggiare in grande il centesimo compleanno di Elio Costa, che ha raggiunto il traguardo delle cento candeline nella giornata di lunedì 1 aprile.
La comunità lo ha voluto omaggiare con una grande festa organizzata nel centro civico della frazione che ha visto la partecipazione dei familiari e di tantissimi amici.
Nato a Sesto Imolese l’1 aprile 1924, terzo di 4 figli, con 3 sorelle, a 17 anni ha lavorato come apprendista tornitore alla Cogne. A 19 anni, mentre è militare di leva, viene deportato in Germania nei campi di lavoro. Rientrerà a casa a guerra finita, nel settembre del 1945, dopo essere stato liberato dall’esercito russo. Nel 1946 il matrimonio con Giancarla Galanti e la nascita delle figlie Maura e ed Elena. Nei primi anni del dopoguerra ha lavorato dapprima come facchino, poi come muratore, fino all’età della pensione.
«Antifascista, ancora oggi è fonte di preziosi consigli se gli viene chiesto un commento su argomenti che riguardano l’attualità – racconta la figlia Maura -. È stato bello ieri vedere tante persone di Sesto Imolese che lo conoscono e gli vogliono bene».
A formulargli gli auguri a nome della Città e consegnargli la tradizionale medaglia dei centenari è stato il sindaco Marco Panieri.


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità