Mezzo chilo di hashish nello scooter e 13 mila euro in camera, 19enne nei guai per spaccio

Dopo la convalida dell'arresto il giovane è stato rimesso in libertà, in attesa della sentenza

Un ragazzo di 19 anni è stato arrestato dai carabinieri di Medicina per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Il giovane, italiano e incensurato, è finito nei guai durante una perquisizione della sua abitazione, delegata dalla Procura. «Alla vista dei carabinieri, il 19enne ha consegnato spontaneamente una decina di grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, affermando di non avere nient’altro» riferisce il comando provinciale dell’Arma. I militari però non hanno creduto alle affermazioni del giovane, proseguendo la perquisizione.
Che si è conclusa con il ritrovamento di oltre mezzo kilo di hashish occultata nel vano porta casco dello scooter intestato al giovane e 13.100 euro suddivisi in banconote di vario taglio, nascosti nella stanza da letto. I contanti e lo stupefacente sono stati sequestrati.
Su disposizione della Procura di Bologna, il 19enne è stato trattenuto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida. In sede di giudizio direttissimo, l’arresto è stato convalidato e il 19enne è stato rimesso in libertà, in attesa della sentenza posticipata per la richiesta dei termini a difesa.

Messaggio promozionale


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità