Al passaggio della volante tentano di nascondere i tirapugni-taser, denunciati due giovani a Imola

A casa uno dei due custodiva un proiettile, qualche grammo di stupefacenti e una pistola da softair simile nell'aspetto a un'arma vera

Il materiale sequestrato dalla polizia

Pensavano di averla fatta franca vedendo la volante della polizia passare oltre. Ma si sono ritrovati gli agenti davanti proprio mentre recuperavano gli oggetti che avevano nascosto: due tirapugni che fungono anche da taser elettrici, conosciuti anche come “stun gun”.
A finire nei guai sono stati due giovani residenti a Imola, entrambi classe 2001 ed entrambi volti già noti al commissariato per episodi relativi a reati contro il patrimonio, rissa, possesso d’armi o spaccio.
I due sono stati fermati per un controllo nel fine settimana scorso, mentre si trovavano in via Borgo Santa Cristina, una traversa della Montanara. «L’equipaggio di una volante che transitava di lì è stato insospettito da due ragazzi che si aggiravano tra le auto parcheggiate – ricostruiscono dal commissariato di via Mazzini -. Alla vista dell’auto della polizia i due si sono abbassati, come per nascondersi». Tuttavia la volante ha solo finto di passare oltre, per poi tornare sulle loro tracce, fermandoli. Gli agenti hanno proceduto alla perquisizione ed entrambi sono stati trovati in possesso di un tirapugni-taser. «Avrebbero dichiarato di aver cercato di nasconderli sotto un’auto al passaggio della volante, per poi recuperarli» riferisce la polizia. Inoltre entrambi avevano con sé involucri con pochi grammi di marijuana.
Tutto il materiale è stato sequestrato e i due giovani sono stati denunciati per porto d’armi od oggetti atti ad offendere.
Visti i precedenti, la perquisizione è stata estesa anche alle abitazioni dei due giovani. A casa di uno dei due, cittadino italiano di origine sudamericana, gli agenti hanno trovato in totale 8 grammi circa di stupefacenti, tra marijuana e hashish. Il ragazzo aveva anche una cartuccia calibro 38 di cui non ha saputo giustificare il possesso, una bilancina di precisione e una pistola da softair resa però identica nell’aspetto a un’arma vera.
Nei suoi confronti è scattata la denuncia anche per detenzione illegale di munizioni e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità