Anabolizzanti in casa, denunciato dai carabinieri di Medicina

L'uomo è finito nei guai per ricettazione e utilizzo o somministrazione di sostanze al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti

I carabinieri di Medicina hanno denunciato un cittadino italiano per ricettazione e utilizzo o somministrazione di farmaci o di altre sostanze al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti.
A rendere nota la vicenda è il comando provinciale dell’Arma. La denuncia sarebbe scaturita durante una perquisizione domiciliare che i carabinieri hanno eseguito a casa della persona denunciata, su richiesta della Procura di Bologna «sulla base di un procedimento penale da cui erano emerse delle informazioni legate al mondo delle sostanze chimiche utilizzate per aumentare illegalmente le prestazioni sportive degli atleti» fanno sapere i carabinieri.
A casa dell’uomo sono stati trovati più di cento sostanze anabolizzanti, straniere e italiane, «le prime legali all’estero ma che sarebbero state importate illegalmente in Italia, le seconde, invece, legali in Italia ma soggette a prescrizione medica» concludono i carabinieri.
Il materiale rinvenuto è stato sequestrato dai militari e l’uomo è stato denunciato.


© Riproduzione riservata

Pubblicità