Promuovere cultura e consapevolezza. Gli appuntamenti imolesi per combattere la violenza sulle donne

Campagne di sensibilizzazione, incontri pubblici e uno spettacolo teatrale per riflettere sul tema

I mesi di novembre e dicembre per Imola saranno pieni di appuntamenti volti a promuovere la cultura «del rispetto delle differenze e contribuire a creare consapevolezza sulle forme di violenza» fa sapere Elisa Spada, assessora alle pari opportunità. Quindi, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, l’obiettivo del Comune è «promuovere l’indipendenza economica delle donne, nella ferma convinzione che, oltre all’accoglienza, è necessario un forte impegno sulla prevenzione».
Insieme alla commissione Pari Opportunità e ai centri antiviolenza Trama di Terre e Per Le Donne, è stata organizzata una campagna di sensibilizzazione, visibile anche sotto i portici di piazza Matteotti, nata con l’intento di indurre le persone a non fermarsi alla superficie della cronaca giudiziaria e mediatica e di stimolare la riflessione per imparare a riconoscere nella quotidianità tutti quegli atteggiamenti e quei punti di vista che rappresentano terreno fertile per la maturazione di atteggiamenti violenti.
La campagna si articola anche in manifesti negli spazi pubblicitari stradali di piccole e grandi dimensioni sia del Comune di Imola che in tutti i Comuni del Circondario e negli autobus di linea Tper.
È già in corso la terza edizione della rassegna Questioni di genere, che continuerà fino al 14 dicembre e coinvolge studenti e studentesse delle scuole imolesi, insegnanti e tutta la cittadinanza. Obiettivo della rassegna, ancora una volta, la necessità, sempre più urgente, di educare le nuove generazioni al rispetto e alla valorizzazione delle differenze e della parità di genere in termini di linguaggio, espressioni e atteggiamenti. Il tema dell’edizione 2023 è il consenso, inteso come rispetto del no e del diverso pensiero nei rapporti tra le persone. L’incontro pubblico Consenso: Possiamo parlarne? con Monica Martinelli si svolgerà giovedì 23 novembre, dalle 17.30 alle 19.30, alla sala San Francesco della biblioteca comunale di Imola.
L’Associazione African Looms, mercoledì 29 novembre alle 20.30 alla Sala Bcc, terrà un incontro per presentare l’esperienza attiva in Kenya che promuove forme di imprenditoria di donne sole con figli o vittime di violenza.
Per concludere, il 23 e 24 novembre, al teatro Ebe Stignani, andrà in scena Vittime del silenzio, spettacolo sul tema del femminicidio nella storia e nei testi classici. «Un silenzio che fa rumore. Un rumore che la danza trasforma in emozioni che arrivano dritte al cuore, una lezione di vita offerta da ragazzi ad altri ragazzi e adulti – spiegano gli organizzatori -, in un progetto di prevenzione sociale, poiché la cultura del rispetto reciproco si forma partendo dai giovani».

Messaggio promozionale


 

Messaggio promozionale
Pubblicità