Fondazione di Lugo, dopo la mancata fusione con Imola eletto il nuovo cda. Romina Maresi presidente

Il precedente consiglio di amministrazione era decaduto in seguito alle dimissioni della maggioranza dei suoi membri

Nel tondo la nuova presidente della Fondazione di Lugo, Romina Maresi

Dopo la mancata approvazione del progetto di fusione per incorporazione con Imola, la Fondazione Cassa di Risparmio e Banco del Monte di Lugo riparte dalla nomina del nuovo consiglio di amministrazione. Il precedente cda, dopo le dimissioni della maggioranza dei suoi membri (tra cui il presidente Mattia Berti), era decaduto.
La nuova presidente dell’ente di palazzo Ceccoli Locatelli è Romina Maresi (nel tondo in foto), classe 1968, presidente della Cooperativa sociale San Vitale e dal febbraio 2023 vicepresidente di Legacoop Romagna. Faceva già parte del precedente consiglio di amministrazione della Fondazione di Lugo che aveva votato all’unanimità per la fusione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola (non si è dimessa dopo la mancata fusione).
I consiglieri che la affiancheranno in questa delicata fase di decisioni significative per il futuro della Fondazione, saranno l’avvocato Fabrizio Casamento (dal 2014 al 2019 è stato assessore del Comune di Lugo con delega ai Lavori pubblici, Patrimonio Manutenzioni, verde Mobilità, e Ambiente, Urp e Comunicazione), Andrea Babini (amministratore delegato della Icel di Lugo ed ex presidente della cooperativa lughese leader nella produzione di cavi elettrici), Pier Cesare Filippi, funzionario della Banca di Romagna in pensione, già membro dell’assemblea dei soci e componente del consiglio di amministrazione sotto la presidenza di Raffaele Clò, e Francesco Alberoni, di Lavezzola, esperto di direzione aziendale, nominato alfiere del lavoro per essere stato tra i migliori 25 studenti d’Italia nel 2017 e vicepresidente del Rotaract club di Lugo.

Messaggio promozionale


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità