Da Croce in Campo alla Sacmi, in mostra gli archivi di Vittorio Fiorentini e Sanzio Cremonini

Protagonisti di Tesori della biblioteca l'architetto e l'ingegnere che con la loro opera hanno contribuito a disegnare la nuova immagine architettonica di Imola e del suo territorio

La chiesa di Croce in Campo, costruita negli anni '60

Sarà inaugurata sabato 18 novembre alle 17 alla biblioteca comunale di Imola l’annuale rassegna dei Tesori della biblioteca con la mostra Architettura a Imola nel secondo ‘900. Gli archivi di Vittorio Fiorentini e Sanzio Cremonini alla presenza del sindaco di Imola Marco Panieri, dell’assessore alla cultura Giacomo Gambi, della direttrice della biblioteca Silvia Mirri, di Daniele Vincenzi dell’Ordine degli architetti di Bologna e di Andrea Gnudi dell’Ordine degli ingegneri di Bologna.
Seguirà l’introduzione alla mostra con i curatori Giorgio Bolognesi e Claudio Calamelli (Segni del Moderno).
La mostra è realizzata grazie al ricco patrimonio documentario dell’archivio dell’architetto Vittorio Fiorentini (Imola, 1916-2012), donato al Comune di Imola dalla nipote Matilde Mazzolani nel 2020, e dell’archivio dell’ingegnere Sanzio Cremonini (Imola, 1913-2007), donato al Comune di Imola dalla moglie Maria Vittoria Carli nel 2011. Saranno esposti schizzi e disegni, lucidi ed eliocopie, fotografie e plastici in legno che illustrano l’architettura a Imola nel secondo ‘900.
L’esposizione si apre con un’introduzione con il contesto imolese nella seconda metà del Novecento: nell’immediato dopoguerra Imola riparte animata dal desiderio di ritornare alla vita e ricostruire è la parola d’ordine. Arrivano poi gli anni della crescita e dello sviluppo caratterizzati dalla progettazione di nuovi edifici e dall’espansione crescente della città fuori dal centro urbano. Il percorso espositivo prosegue con le due sezioni dedicate all’architetto Fiorentini e all’ingegnere Cremonini che con la loro opera hanno contribuito a disegnare la nuova immagine architettonica di Imola e del suo territorio nel secondo ‘900. Le chiese di Croce in Campo (nella foto fornita dalla Bim) e di Santo Spirito, il seminario diocesano, la Sacmi, il ristorante San Domenico sono solo alcuni dei loro progetti. La mostra rimarrà allestita fino al 17 febbraio.

Messaggio promozionale


© Riproduzione riservata

Messaggio promozionale
Pubblicità