Nuova allerta rossa, il maltempo torna a fare paura

Alto il rischio per piene dei fiumi e frane nelle aree già messe duramente alla prova dall’emergenza del 2 maggio

Le conseguenze dell'alluvione a Spazzate Sassatelli dopo la rottura dell'argine del Sillaro. Foto Isolapress

Massima allerta per la giornata di domani, 10 maggio. Con ancora negli occhi le scene di devastazione provocate dal maltempo nella settimana appena trascorsa, forti precipitazioni sono previste sul nostro territorio a partire dalla mezzanotte di mercoledì e fino alla mattinata di giovedì 11 maggio.
Le piogge interesseranno tutto il territorio regionale, insistendo in particolare sulle aree collinari e di pianura del settore centro-orientale. Su questa area sono previste piene in quasi tutti i corsi d’acqua, con interessamento degli argini e difficoltà di smaltimento delle acque di reticolo idrografico minore e di bonifica. Alto anche il rischio di frane diffuse e smottamenti.
Alla base della nuova allerta rossa ci sono le vulnerabilità idrauliche e idrogeologiche ancora in essere sul territorio bolognese, ravennate e forlivese dagli eventi del 2 e del 3 maggio. Nello specifico l’allerta rossa per criticità idraulica è valida per le zone della bassa collina e pianura romagnola, pianura bolognese e ferrarese, mentre per criticità idrogeologica nelle zone della collina e alta collina di Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini.

allerta055_2023

 

Messaggio promozionale
Pubblicità