L’autunno al giardino del palazzo vescovile comincia sulle note dell’arpa di Nicoletta Sanzin

Il concerto di domenica 25 sarà preceduto da una speciale visita guidata al museo delle carrozze

La rassegna musicale dell’Emilia Romagna festival non si ferma con la fine dell’estate. Domenica 25 alle 19.30, infatti, nel giardino del palazzo vescovile, si terrà un concerto d’arpa dal titolo Rimembranze artistiche, tenuto da Nicoletta Sanzin.
L’arpista, tra le più importanti del panorama italiano e internazionale e già vincitrice di numerosi premi eseguirà per il pubblico un vasto repertorio che va dal Barocco di Leonardo Leo alle intriganti suggestioni orientali di Danse Orientale et Toccata del compositore armeno Aram Khachaturjan fino alla contemporaneità di Giuliano Fabbro, con il brano L’Arc di San Marc, in modo da mettere in luce ogni sfumatura sonora di questo antico strumento che tanta storia porta con sé. Concluderà il concerto una delle composizioni più riuscite di Giovanni Caramiello, Rimembranza di Napoli, Fantasia per arpa sopra temi popolari, basata sui temi celeberrimi di Fenesta ca lucive e Santa Lucia.
Il concerto sarà preceduto, alle 18.30, da una 
visita guidata al museo delle carrozze, parte del Museo diocesano di Imola che quest’anno festeggia i suoi primi 60 anni di vita.
L’ingresso al concerto è a offerta libera (minimo cinque euro) a favore delle attività del Museo diocesano. È consigliata la prenotazione (sia per la visita guidata che per il concerto): tel. 0542-25747 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30).


© Riproduzione riservata