All’abbazia di Valsenio si apre una finestra sul XVI secolo

Un convegno per ricordare gli importanti avvenimenti avvenuti 500 anni fa, tra i temi battaglie, arte e la presenza dei frati domenicani a Casola

L'abbazia di Valsenio

a 500 anni da date che hanno segnato la storia di Casola Valsenio, un convegno si propone di ricordare questi importanti avvenimenti.
Sabato 17, alle 16, si terrà all’abbazia di Valsenio il convegno Una finestra sul XVI secolo a Casola Valsenio: battaglie, arte, monaci organizzato dalla Consorteria dei Ceroni.
Il convegno sarà presieduto da Andrea Padovani, professore di storia del diritto canonico all’università San Pio X di Venezia, che relazionerà sul tema I peccati del guerriero – La guerra combattuta nel medioevo e nella prima età moderna. Emanuela Patuelli, insegnante di religione e diritto, approfondirà il tema La guerra vista nell’arte pittorica tra l’Umanesimo e il Rinascimento. Infine, padre Gianni Festa op, docente di storia della Chiesa medievale e moderna alla Facoltà teologica dell’Emilia Romagna e membro dell’Istituto storico domenicano in Roma, affronterà il tema Dalla Congregazione di Osservanza alla Provincia Utriusquae Lombardiae (1531): i domenicani del nord Italia tra antiche e nuove fondazioni. Il caso di Casola Valsenio.
L’incontro è aperto a tutti. Per ricordare questi fatti si svolgeranno anche altre attività nel corso dell’anno: nella seconda metà di ottobre si terranno visite guidate per le antiche strade di Casola con tutte le classi delle scuole elementari e medie mentre in autunno e inverno sono previste diverse serate di storia nella biblioteca casolana.