Tra storia e paesaggio, un’alba a Monte Battaglia

Torna la suggestiva escursione notturna organizzata dall'Anpi con il patrocinio del Comune di Casola Valsenio

Monte Battaglia. Foto di repertorio

Per chi volesse percorrere un itinerario tra storia, natura e paesaggio, domenica 14 agosto l’Anpi di Casola Valsenio, con il patrocinio del Comune, organizza anche quest’anno il trekking notturno “Alba alla rocca di Monte Battaglia”.
La partenza è in programma alle 2.50 davanti al municipio di Casola Valsenio, in via Roma. Da lì prenderà il via il cammino per salire a Monte Battaglia. Il percorso ha una difficoltà media con un dislivello di 800 metri e un tempo di percorrenza di circa 2 ore e 30. Raccomandato l’utilizzo di scarponcini, bacchette da trekking e torcia portatile. All’arrivo alla Rocca è previsto un rinfresco con bevande calde e un piccolo concerto per salutare e accogliere l’alba.

Monte Battaglia
La località di Casola Valsenio ha legato indissolubilmente il proprio nome alla storia della seconda guerra mondiale. Nell’autunno del 1944 Monte Battaglia, posizione strategica per l’accesso alla pianura padana, è stato teatro di cruenti scontri tra forze partigiane, alleati britannici e americani, tedeschi e forze repubblichine.
Fuori e dentro la rocca, tra il 26 settembre e l’11 ottobre 1944 venne combattuta una delle più cruenti battaglie della campagna d’Italia.
Da allora il Comune di Casola Valsenio ha trasformato la rocca, di cui rimane il troncone di una torre, in un luogo di pace e memoria. Sul posto sono numerose le opere per ricordare i caduti. Particolarità è la presenza di lapidi per commemorare i caduti di entrambi gli schieramenti.