Formula che vince non si cambia, torna a Imola la magia del Drive-in

Terza edizione per il cinema estivo di App&Down, anche quest'anno al vivaio La Serra. Lunedì 8 via alle proiezioni con Grease

Formula che vince non si cambia. E i ragazzi dell’associazione App&Down hanno trovato la formula giusta per movimentare l’estate imolese: un maxischermo davanti a decine e decine di auto. Torna per la terza edizione il Drive-in estivo a Imola, rassegna di film per rivivere l’atmosfera degli anni ’70 guardando i classici del grande schermo o blockbuster campioni d’incassi.
«Ci hanno già chiamati da Como, dal lago di Garda, dalle Marche e dall’Umbria per chiederci informazioni sulle serate e su come raggiungere Imola – svela Beppe Bianco di App&Down, impegnato negli ultimi dettagli per il debutto del Drive-in, previsto per lunedì 8 agosto con Grease -. La gente apprezza molto l’iniziativa: ci sono persone che vengono qui a festeggiare il proprio anniversario di matrimonio, per una serata romantica e diversa, compagnie di amici che organizzano feste di compleanno a sorpresa». Oltre 10mila le presenze nell’edizione 2021.
Il maxischermo del Drive-in sarà nuovamente posizionato nel terreno del vivaio La Serra, in via Casola Canina 3, come nel 2021. La formula è quella collaudata: un’area per le auto, una per chi decide di godersi il film seduto davanti allo schermo e la zona cibo e bevande.
«Quest’anno per la prima volta abbiamo organizzato nella stessa estate La Centrale e il Drive-in. Con la prima (evento concluso il 18 luglio, ndr) abbiamo contribuito al progetto di restyling della Camera delle mamme dell’ospedale, mentre con il Drive-in sosterremo Noi – Nessun ostacolo insieme». Il progetto, nato dalla sinergia tra le imolesi Seacoop e Il Mosaico, è rivolto a bambini con gravi disturbi della comunicazione, della relazione e del comportamento e sfrutta i benefici della musicoterapia. «Devolveremo l’incasso di alcune serate di beneficenza a sostegno del progetto, l’obiettivo è contribuire all’acquisto di un lettino sonoro per aiutare i bimbi con autismo».
Basta prenotare sull’apposito sito, parcheggiare, accendere la radio, sintonizzarla sulle frequenze di Radio Studio Delta e godersi un tuffo nell’atmosfera degli anni ’70.


© Riproduzione riservata