Lugo, nuovi direttori per la biblioteca Trisi e per il Museo Baracca

A sx Massimiliano Fabbri, nuovo direttore del Museo Baracca; a dx Maria Chiara Sbiroli nuova direttrice della biblioteca Trisi

Due novità nel mondo della cultura lughese. Il sindaco Davide Ranalli ha nominato, con due diversi decreti, Maria Chiara Sbiroli nuova direttrice della biblioteca Trisi e Massimiliano Fabbri, recentemente entrato in servizio come museologo, nuovo direttore del Museo Baracca.
Per entrambi i professionisti il curriculum e le esperienze pregresse sono stati considerati i necessari requisiti per la nomina che entrerà in vigore il 1° agosto e durerà fino alla fine del mandato e comunque fino al 31 dicembre 2024.

Sbiroli è laureata in Biblioteconomia presso l’Università degli studi di Urbino. È stata prima bibliotecaria e poi responsabile della biblioteca e dell’archivio della Fondazione Gramsci Emilia-Romagna di Bologna dal 2010 al 2021. Durante questa esperienza ha curato la pubblicazione del volume La stampa periodica socialista e democratica nella provincia di Bologna: 1860-1926, opera postuma di Luigi Arbizzani (Bologna, Editrice Compositori, 2014), ha collaborato al gruppo di ricerca sulle fonti orali per lo studio delle culture politiche del Novecento ed è stata project manager del progetto Breaching the walls: We do need education!, vincitore del bando Memoria europea 2019. Ha iniziato a lavorare nella biblioteca Trisi nel maggio 2021.

Massimiliano Fabbri è laureato in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Educatore e formatore, dal 1997 assume la direzione della Scuola arti e mestieri di Cotignola per cui ha tenuto regolarmente laboratori e corsi di disegno fino al 2021. Dal 2002 al 2018 ha ideato e curato a Cotignola, Saluti da Cotignyork festival di disegno e teatro di figura per bambini e ragazzi, ispirato alla figura dell’artista Luigi Varoli. Dal 2008 è stato direttore artistico del museo Varoli di Cotignola. È l’ideatore di “Selvatico” progetto di successo che si è sviluppato in quattordici edizioni, episodi e altrettanti libri, si è concluso nel 2020 coinvolgendo negli anni centinaia di artisti, storici dell’arte e curatori da tutto il panorama nazionale, e anche autori provenienti da altri ambiti e discipline, dalla musica al teatro, dall’antropologia alla cucina. È museologo del Comune di Lugo dal 1° luglio 2022.