Cesare Cremonini infiamma Imola: «Questa sera sei tu la mia ragazza del futuro. Non ti dimenticherò mai» – Le immagini

«Questa sera sei tu la mia ragazza del futuro, Imola! Fammi vedere le mani». È iniziato così il concerto di Cesare Cremonini che, sulle note de La ragazza del futuro e di Padre Madre, ha infiammato le decine di migliaia di fan accorse all’autodromo Enzo e Dino Ferrari.

«Ho bisogno di guardarvi tutti negli occhi – ha proseguito Cremonini -. Ho bisogno di illuminarvi. Siete più di 70mila. Sono onorato di essere in questo luogo storico. Questa notte resterà per sempre nella mia memoria. Non la dimenticherò mai. Siete bellissimi da vedere da quassù. Siete forti».

Migliaia le persone che, non potendo assistere allo spettacolo del cantautore bolognese all’interno del circuito, hanno deciso comunque di… “accamparsi” sulle rive del Santerno e di vivere dal lungofiume di via Graziadei l’atmosfera unica di una serata per molti irripetibile.

In due ore e mezza di musica, Cremonini, visibilmente emozionato – «è troppo bello stare su questo palco, cantare per voi, sentirvi cantare con me» – ha ripercorso tutti i suoi più grandi successi, da Qualcosa di grande a Il comico, passando per La nuova stella di Broadway, Buon viaggio (share the love), GreyGoose, fino a Mondo, LogicoMarmellata #25 (con tanto di dedica social ad Ayrton Senna), Nessuno vuole essere Robin, Al telefono e, ovviamente, 50 special (più di un inno generazionale, che ha fatto scatenare tutti, a prescindere dall’età).

Il gran finale, come da tradizione, con Un giorno migliore: «È il momento più difficile salutarvi dopo questo tour meraviglioso – le parole di Cremonini in chiusura -. Non voglio andare via. Ma il più grande spettacolo siete stati voi. Grazie di tutto». Chissà, magari ha ragione Cesare e domani sarà davvero… un giorno migliore!

______________________________

Nella gallery alcune delle immagini più emozionanti del concerto realizzate da Isolapress.