Sul Canone unico

Il nostro voto contrario in consiglio sulla fine al 30 giugno dell’esenzione alla tassa sui dehors si basava evidentemente su ragioni fondate. Altro che accordo condiviso con le associazioni di categoria con cui si è fatto scudo l’assessore Raffini! I gestori di bar e i ristoratori sono indignati: avrebbero giustamente avuto diritto a una proroga fino alla fine dell’anno, dopo due anni di crisi economica e l’attuale rincaro energetico. Si poteva fare lo sforzo, al limite, di scaglionare gli sconti, riducendoli nell’ultimo trimestre dell’anno. Per quanto riguarda le affissioni pubblicitarie sugli esercizi commerciali, abbiamo espresso contrarietà soprattutto verso la tassazione, per noi eccessiva, del 150 % per le strade considerate di prima categoria. Infine ci piacerebbe sapere quali commercianti e quali associazioni ha incontrato l’assessore. Evidentemente il coinvolgimento per questa amministrazione riguarda solo le persone che sono disposte a rispondere ‘yes’ a qualsiasi decisione venga calata dall’alto. Ridare vita al centro storico, senza dare respiro agli esercenti che hanno un ruolo fondamentale nella sua riqualificazione, è secondo noi un grave e ingiusto controsenso.
Marinella Vella

Messaggio promozionale


LA POSTA DEI LETTORI | Inviate le vostre lettere agli indirizzi diario@nuovodiario.com – direttore@nuovodiario.com. La redazione si riserva di ridurre o riassumere i testi che risultassero troppo lunghi. Messaggi e lettere anonime saranno cestinati. Ogni lettera deve contenere un recapito telefonico del firmatario.


 

Messaggio promozionale
Pubblicità