Interrogazione sul punto nascite di Lugo

Nella sua risposta [data in consiglio comunale, ndr] l’assessore sostiene che già nel 2019 le nascite erano calate “significativamente” e che per questo motivo il punto nascita è stato “disattivato”.
Sempre nella propria risposta l’assessore afferma che «L’Amministrazione di Lugo intende comunque proseguire nella linea politica espressa finora, portando avanti le istanze della comunità che rappresenta, mantenendo una posizione di stimolo e richiesta anche sul punto nascite, con una visione complessiva dei servizi sanitari erogati, che non può essere completamente slegata da valutazioni sui numeri d’utenza o sulla possibilità di mantenere o reperire il personale medico adeguato al servizio»… parlando del nuovo Pronto Soccorso, dell’assistenza medica di base e della casa di comunità.
Ora, premesso che da oltre 8 anni La Buona Politica chiede l’istituzione delle Case della Salute sul territorio lughese e della Bassa Romagna, nonché interventi significativi sull’organizzazione del servizio di assistenza di medicina generale, alle quali Sindaco e Giunta hanno sempre risposto denigrando ed etichettando le richieste come “mera propaganda politica” – salvo poi ora vantarsi del risultato – nella nostra interrogazione avevamo chiesto quali azioni l’assessore con delega alle politiche sanitarie intendesse assumere in riferimento all’impegno, già assunto ad ottobre 2020, sulla riapertura del punto nascite dell’ospedale di Lugo e, soprattutto, quali azioni intendesse assumere riguardo al servizio di ostetricia, neo-natalità e pediatrico dell’ospedale.
«Non ha risposto nel merito delle due domande poste e, quel che è peggio, è che l’Assessora con delega alle politiche sanitarie non si è nemmeno presentata in Consiglio per la discussione dell’interrogazione che riguardava la sua funzione. Inaccettabile la non risposta e inaccettabile il comportamento tenuto, di totale mancanza di rispetto dell’assemblea consiliare e dei cittadini che lamentano il disservizio e aspettano risposte e azioni coerenti» – la capogruppo della Buona Politica Roberta Bravi.
«La solita risposta non risposta che conferma l’inquietante futuro di alcuni reparti. Qualcuno abbia il coraggio e la responsabilità di chiarire quali scelte saranno destinate all’Umberto I° di Lugo» afferma Fabio Cortesi della Lega.
«Il Movimento 5 Stelle ha sempre alta l’attenzione sulla questione sanitaria lughese ed è fortemente preoccupato delle continue contraddizioni tra le amministrazioni e i governi dei vari livelli regionali» – chiosa il capogruppo Mauro Marchiani.
Come detto, una promessa, che tale rimarrà. L’ennesima promessa a vuoto, sicuramente utile a fini propagandistici ma che di fatto non troverà mai alcuna attuazione – concludono unitamente i capigruppo.
Roberta Bravi, Per la Buona Politica;
Mauro Marchiani, Movimento 5 Stelle;
Lega Romagna


LA POSTA DEI LETTORI | Inviate le vostre lettere agli indirizzi diario@nuovodiario.com – direttore@nuovodiario.com. La redazione si riserva di ridurre o riassumere i testi che risultassero troppo lunghi. Messaggi e lettere anonime saranno cestinati. Ogni lettera deve contenere un recapito telefonico del firmatario.