Imola, blitz dei ladri in seminario. «In 20 minuti hanno messo a soqquadro tutto»

Danneggiate una porta e una finestra, don Fabio Gennai: «Hanno frugato in tutti gli armadi e i cassetti, probabilmente in cerca delle offerte»

Una delle immagini delle telecamere del seminario ritrae i tre all'opera

Hanno forzato una porta usando il piede di porco. Poi via verso l’abitazione del rettore, dove hanno messo a soqquadro armadi e cassetti, molto probabilmente in cerca di offerte. Il tutto nel giro di 20 minuti.
Un vero e proprio “colpo lampo” al seminario diocesano di Montericco. Nella serata di ieri, 6 gennaio, tre malviventi si sono introdotti nella struttura approfittando della momentanea assenza del rettore don Fabio Gennai e dei seminaristi. «A quell’ora non eravamo in seminario perché eravamo con il vescovo – racconta sconsolato don Fabio -. Hanno forzato una porta nel seminterrato usando un piede di porco e poi hanno raggiunto l’appartamento. Avevano tutti e tre il volto coperto da una mascherina e un berretto in testa».
Le telecamere di videosorveglianza li hanno ripresi durante la loro incursione, che però non è stata molto fruttuosa: «Non manca nulla di valore. Probabilmente erano in cerca delle offerte della raccolta fondi per il progetto di aiuto alla comunità parrocchiale di Betlemme» ipotizza il rettore don Fabio.
Quel che rimane, oltre a tutto l’appartamento a soqquadro, sono i danni alla porta e a una finestra che dà sul cortile interno che i ladri hanno forzato per entrare. «Ma al di là del danno, è brutto il gesto: è una violazione della tua personale identità».
Nei prossimi giorni verrà sporta denuncia alla polizia di Stato per cercare di risalire all’identità dei tre malviventi. «Consegneremo alle forze dell’ordine le registrazioni della videosorveglianza» conclude don Fabio.