Il paddok di Pernat, Cristiano Cavina e Maria Pia Timo al Caffè letterario di Lugo

Diversi i generi a cui la rassegna darà spazio: dalla saggistica alla narrativa, dalla storia all’arte e alla musica

Da Sx Davide Ranalli, Patrizia Randi, Claudio Nostri

Un Caffè (letterario) per tutti i gusti. La tradizionale rassegna di incontri riapre i battenti dopo la pausa natalizia con un nutrito calendario invernale che vedrà 14 appuntamenti a partire dal 21 gennaio. Diversi i generi a cui la rassegna darà spazio: dalla saggistica alla narrativa, dalla storia all’arte e alla musica.
In totale fino a fine marzo 13 incontri nell’hotel Ala d’Oro di Lugo (via Matteotti 56, Lugo) e uno alla biblioteca Trisi di Lugo.
«La consueta passione e dedizione – ribadisce Claudio Nostri, curatore della rassegna insieme a Patrizia Randi, Marco Sangiorgi e Carmine Della Corte – si sommano alla volontà, anche nelle difficoltà di voler mantenere attivo il fermento culturale che ruota attorno al Caffè letterario di Lugo»
Si parte venerdì 21 gennaio alle 21, con protagonista la direttrice presso il Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità del Ministero della Giustizia Paola Ziccone che presenterà il suo libro “Verso Ninive” e l’incontro sarà introdotto da Gianni Parmiani.
In ottemperanza alle normative vigenti relative al Covid-19, a tutti gli incontri sarà obbligatorio indossare la mascherina e presentare il Green Pass.

Gli appuntamenti che seguiranno sono: Antonio Castronuovo con “Dizionario del bibliomane” (22 gennaio), Giulio Ferroni con “L’Italia di Dante” (28 gennaio), Cinzia Tani con “L’ultimo boia”, (4 febbraio); Ermanna Montanari con “L’abbaglio del tempo” (11 febbraio), Andrej Longo con “Solo la Pioggia” (18 febbraio); Maria Pia Timo con “Piada e Piadina” (25 febbraio); Federico Carlo Simonelli con “D’annunzio e il mito di Fiume” (4 marzo); Cristiano Cavina con il libro “La parola papà” (11 marzo); Massimo Cotto con “Rock is the answer” con interventi musicali di Elisa e Lorenzo Semprini (19 marzo); Carlo Pernat con “Belìn che paddock” (25 marzo); Telmo Pievani con “Serendipità” (28 marzo).
Come di consueto, gli ospiti potranno ammirare due mostre ospitate negli spazi dell’Ala d’Oro: Filippo Maestroni con la mostra “Apple. Organismi rocciosi” (visitabile dal 15 gennaio) e Alfredo Plazzi con la mostra “Il tempo sospeso” (dal 5 marzo).
Saranno due le serate conviviali all’hotel Ala d’oro. La prima sarà in concomitanza con la presentazione del libro dell’attrice comica Maria Pia Timo del 25 febbraio, mentre la seconda sarà in occasione della serata musicale del 19 marzo.