Curti premia il merito: assegnate le borse di studio ai figli dei dipendenti

Il senso dell'iniziativa è «fare vedere ai ragazzi e alle ragazze che il merito viene premiato»

Come da tradizione, nel periodo natalizio la Curti di Castel Bolognese premia gli studenti migliori: sono state assegnate infatti le borse di studio con le quali l’azienda premia i figli dei propri dipendenti, esclusivamente per i meriti scolastici.
Le borse di studio vengono assegnate agli studenti delle scuole superiori e dell’università che hanno il merito, come unico requisito, di avere una media superiore ai 9/10 (o a 105/110 per gli studenti universitari).
Ai 7 ragazzi e ragazze premiati quest’anno (sei delle scuole superiori e uno dell’università), è stata assegnata una somma complessiva di 3.900 euro.
Il senso dell’iniziativa è «fare vedere ai ragazzi e alle ragazze che il merito viene premiato» sottolinea l’azienda.
I ragazzi e le ragazze premiati quest’anno sono Fatima Krekic, Matilda Linguerri, Sandro Gemignani, Filippo e Tommaso Frontali, Sofia Ruscelli e Chiara Monti. La cerimonia, rispettando tutti i protocolli anti-Covid, si è svolta negli scorsi giorni in presenza presso la sala convegni dell’azienda di Castel Bolognese.