Formula 1, Imola tra le sei candidate ad ospitare la gara Sprint nel 2022

«I piloti amano Imola - commenta l’assessore Elena Penazzi -. Un’ulteriore dimostrazione del ritrovato prestigio del nostro autodromo»

Foto Isolapress

C’è anche Imola tra le sei piste scelte da Liberty Media per ospitare le gare Sprint Qualifying del 2022. Una decisione su indicazione dei team e dei piloti, che hanno scelto le sei piste sulle quali vorrebbero far correre le gare Sprint del prossimo anno. Tra queste c’è anche l’Enzo e Dino Ferrari che, qualora la Fia dovesse ratificarne la decisione, si aggiungerebbe a Sakhir (Bahrain), Montreal (Canada), Zeltweg (Austria), Zandvoort (Olanda) e Interlagos (Brasile), prendendo così il posto di Monza. Imola (22-24 aprile) sarebbe così la seconda gara Sprint del campionato dopo il Bahrain.
«I piloti amano Imola – le dichiarazioni dell’assessore Elena Penazzi -. Un’ulteriore dimostrazione del ritrovato prestigio del nostro autodromo».

Il tutto mentre la stessa Liberty Media sta pensando a modifiche da apportare al nuovo formato di gara che, ad oggi, prevede una gara sui 100 chilometri (circa 25′) senza sosta che assegna punti ai primi tre classificati: 3 al primo, 2 al secondo, 1 al terzo e l’ordine di arrivo della Sprint determina quindi la griglia di partenza del GP.
L’idea emersa nelle ultime settimane è quella di assegnare punti ai primi dieci piloti che taglieranno il traguardo, assegnando loro un punteggio inferiore a quello del Gran Premio della domenica.