25 anni fa la chiusura dell’Osservanza. Per non dimenticare, un incontro con l’ex assessore Galavotti

Anche il consiglio comunale ricorderà la ricorrenza con una seduta straordinaria il 9 dicembre e il video “Imola città dei matti”

Era il dicembre del 1996 quando con la chiusura dell’Osservanza si chiudeva la storia dei manicomi imolesi. Per Imola, “la città dei matti”, fu un momento molto significativo, a cui si giungeva dopo un percorso che aveva segnato un cambio culturale.
Come sottolineato dal sindaco Marco Panieri nel presentare le iniziative organizzate in occasione del 25° anniversario di quell’avvenimento, «il malato di mente, il matto, “l’alienato” non era più una persona pericolosa per sé e per gli altri, da allontanare dalla società e rinchiudere in una specie di carcere ma diventava un malato come gli altri, un cittadino che soffre e ha diritto a essere curato “nel rispetto della dignità e della libertà della persona umana”».
La prima delle iniziative per ricordare questo anniversario è organizzata dalla Presidenza del consiglio comunale in collaborazione con l’associazione E Pas e Temp e con il centro sociale La stalla e si svolgerà proprio nella sede del centro sociale di via Serraglio (martedì 7 dicembre alle 20.15). Il titolo è “1996-2021. Per non dimenticare. Venticinque anni fa la chiusura dell’Osservanza. La grande storia dei manicomi imolesi”. L’incontro sarà aperto con i saluti del sindaco di Imola, Marco Panieri e del presidente del consiglio comunale, Roberto Visani, seguiti dall’intervento di Valter Galavotti. Avvalendosi anche di documenti, video e fotografie, l’ex assessore e professore imolese ripercorrerà il lungo viaggio dei manicomi imolesi dalla segregazione alla liberazione dopo la riforma Basaglia.
Giovedì 9 dicembre, dalle 16 alle 20 si svolgerà il consiglio comunale straordinario per ricordare i 25 anni dalla chiusura degli ospedali psichiatrici di Imola. Nel corso della seduta, verrà proiettato un breve video tratto dal film “Imola città dei matti”, prodotto dalla Rai e presentato nel 1997 da Mixer, la celebre trasmissione condotta da Gianni Minoli.
La seduta si terrà senza la presenza del pubblico. Sarà consentito l’accesso esclusivamente ad un numero limitato di Autorità e ospiti individuati in relazione agli oggetti da trattare. I cittadini potranno seguire i lavori del Consiglio in diretta streaming sul canale web https://imola.civicam.it oppure collegandosi dalla pagina homepage del sito istituzionale dell’Ente