Dal consiglio comunale di Imola la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki

Lo ha stabilito il consiglio comunale nella seduta del 26 luglio con un'apposita delibera

Patrick George Zaki è cittadino onorario di Imola. Lo ha stabilito il consiglio comunale nella seduta del 26 luglio con una delibera che riconosce «nella sua figura quei valori di libertà di studio, di libertà di pensiero e di libertà alla partecipazione pubblica propri di questo territorio e delle istituzioni che lo rappresentano». La delibera è stata approvata (con esecutività immediata) con 17 voti a favore (Pd, Imola Corre, Imola Coraggiosa, Lista civica Cappello Sindaca, Movimento 5 Stelle); 4 voti contrari (Lega); 2 astenuti (Fratelli d’Italia).
Con la stessa delibera viene dato mandato al sindaco e alla giunta di farsi promotori «presso il governo italiano di proseguire e rafforzare l’impegno nel chiedere alle istituzioni egiziane il rilascio immediato di Patrick George Zaki, trasmettendo la presente deliberazione al Consiglio dei ministri per informare della cittadinanza onoraria concessa a Patrick George Zaki dal Comune di Imola, al fine di sollecitare la concessione allo stesso, da parte del presidente della Repubblica, della cittadinanza italiana ex art. 9 della l, n. 91/1992». «Patrick Zaki sta particolarmente a cuore a questa comunità, per lo studio a Bologna e le relazioni con la nostra provincia e la nostra regione ed è un simbolo di quell’internazionalismo e cosmopolitismo della cultura, della conoscenza e dei diritti che vorremmo divenisse patrimonio comune dell’umanità» sottolinea Giacomo Gambi, assessore alla Cultura e alla Legalità, che ha presentato la delibera in consiglio comunale.