L’importanza degli ausili

Sono particolarmente grata al volontariato della Croce Rossa di Imola che è stato mandato venerdì scorso 9 luglio alle ore 19 circa, per staccarmi dal sollevatore a cui ero appesa perché i pulsanti di abbassamento non funzionavano. Quando, a distanza di pochi giorni, si è ripetuto il problema, ho tagliato l’imbragatura perché non potevo resistere con le gambe in sospensione. Appena mi è stato possibile l’ho comunicato agli Ausili. Alla signora che mi ha risposto che è stanca delle mie continue segnalazioni di guasti tengo a precisare (ora che lei tace) che l’ultima ricevuta di consegna sollevatore riparato risale al 15 gennaio 2021. Oggi, 16 luglio 2021 in parallelo, ringrazia molto il signore addetto alle relazioni col pubblico, attento e responsabile, che, almeno ascolta. Bloccati in un letto, dipendenti da ausili, assegnati dopo relativa visita medico-fisiatrica, sollevatore e carrozzina diventano indispensabili: grazie dell’aiuto, ma non posso annullare la mia esigenza di rispetto. Inoltre pretenderò una reale e chiara spiegazione dell’uso dei mezzi.

Lella Franchini


LA POSTA DEI LETTORI | Inviate le vostre lettere agli indirizzi diario@nuovodiario.com – direttore@nuovodiario.com. La redazione si riserva di ridurre o riassumere i testi che risultassero troppo lunghi. Messaggi e lettere anonime saranno cestinati. Ogni lettera deve contenere un recapito telefonico del firmatario.