Un po’ di Massa Lombarda a Tokyo: Sara Errani alla sua quarta Olimpiade

Cresce la rappresentanza emiliano-romagnola nella spedizione azzurra. «Un'emozione incredibile poter rappresentare l’Italia un'altra volta»

Foto di repertorio

«Sono senza parole.. La mia quarta Olimpiade… Un’emozione incredibile poter rappresentare l’Italia un’altra volta». È il commento a caldo, affidato a un tweet di Sara Errani, tennista cresciuta a Massa Lombarda.
La tennista romagnola, complice il forfait causa infortunio di Martina Trevisan, sarà la terza azzurra del tennis alle Olimpiadi di Tokyo dopo Camila Giorgi e Jasmine Paolini.
Errani ha impugnato la racchetta all’età di cinque anni, al circolo tennis Villa Bolis di Barbiano di Cotignola. Con 36 titoli conquistati (nove in singolare e 27 in doppio) è la tennista italiana più vincente di tutti i tempi, capace di conquistare la vetta della classifica mondiale di doppio, specialità nella quale, insieme a Roberta Vinci, si è aggiudicata ventidue tornei WTA tra cui tutte le prove del Grande Slam.
Dopo Pechino 2008 (eliminata al primo turno), Londra 2012 (fuori al primo turno in singolo e doppio misto) e Rio 2016 (ko dopo tre march nel singolo e ai quarti nel doppio), Sara Errani entra nel novero degli atleti presenti in quattro edizioni dei Giochi. Un risultato eccezionale ottenuto anche dalla nuotatrice castellana Ilaria Bianchi.