Aziende innovative del territorio, dalle auto e moto elettriche di Tazzari ai tessuti “CO2 free” di Easy Lock

Prosegue sulle pagine del nostro settimanale il viaggio per conoscere imprese che fanno dell'innovazione la propria chiave di volta

Schumpeter descrive la dinamica dell’economia di mercato come una continua rincorsa tra due categorie di soggetti: gli innovatori e gli imitatori. Le aziende che raccontiamo nel nostro viaggio nel mondo delle aziende innovative di questa settimana hanno fatto dello sforzo di appartenere alla prima categoria.
La scelta di investire sulle frontiere della tecnologia è quella che negli ultimi anni ha originato i progressi dell’imolese Gruppo Tazzari, con i veicoli elettrici a marchio Tazzari EV Technology / Zero Emission Mobility sia su due che su quattro ruote. «Siamo pionieri dal 2006, nel 2010 abbiamo lanciato Tazzari Zero: la prima citycar elettrica al mondo nata con tecnologia al litio» spiega Erik Tazzari, presidente e ceo di Tazzari Group.
Sempre a Imola, Easy Lock (nata nel 2006 come azienda tessile) sta esplorando progetti innovativi. Come quello per «la produzione di materie prime tessili con tecnologie a produzione negativa di anidride carbonica, e, in collaborazione con il Cnr Irib di Messina, stiamo sviluppando capi di abbigliamento sensorizzati utili per interpretare le emozioni dei bambini affetti da autismo» spiega Rocco Mazzatura, co-titolare dell’azienda.
Vertiv, tra i leader mondiali nella produzione di gruppi di continuità (sistemi che intervengono in caso di mancanza di energia elettrica) nella sede di Castel Guelfo sviluppa le sue tecnologie più innovative. «I siti produttivi di Vertiv sono distribuiti in tutto il mondo, ma abbiamo alcuni poli d’eccellenza, tra questi anche l’area ricerca e sviluppo qui a Castel Guelfo» riferisce la site director, Roberta Gentile.


Non perderti la rubrica sulle aziende innovative del territorio curata da Lorenzo Benassi Roversi. Se vuoi saperne di più, leggi l’articolo completo sul nostro settimanale in edicola dal 17 giugno!
Il nostro giornale è disponibile anche in versione online.

Per sapere come attivare l’abbonamento e leggerlo dovunque vorrai, fai click qui