A Castel Bolognese due incontri per parlare dell’ambiente, tra gli ospiti anche il vescovo Mosciatti

Nell'incontro di martedì 22 il vescovo parlerà dell’enciclica Laudato si’, sul palco anche il sindaco Della Godenza

L’ambiente in piazza a Castel Bolognese. Venerdì 18 giugno parte la rassegna NaturAmbiente, due serate nel chiostro del municipio per riflettere sulla salute del pianeta terra. Le iniziative, organizzate e condotte da Selene Tondini, sono promosse dall’associazione Pietro Costa con la collaborazione di Legambiente, dell’associazione Genitori e dei Volontari per l’Ambiente con il patrocinio del Comune di Castel Bolognese.
Il tema dell’appuntamento del 18 giugno sarà il surriscaldamento globale. «Paola Valandro di Climate Reality Project e Lorenzo Mancini di Legambiente regionale ci diranno come non ci sia più tempo da perdere e quanto sia importante assumere decisioni e attuare comportamenti coerenti, da subito» ricordano gli organizzatori. La serata, che avrà inizio alle 21, sarà introdotta dall’arpa celtica di Marta Celli con musiche evocative.
Martedì 22 giugno, sempre alle 21, «avremo gradito ospite monsignor Giovanni Mosciatti, vescovo di Imola, che ci parlerà dell’enciclica Laudato si’ (scritta nel 2015 da papa Francesco, ndr) e della cura della casa comune». Sarà con lui sul palco il sindaco di Castel Bolognese Luca Della Godenza. Durante la serata si discuterà di cosa fa la Chiesa e cosa fa il Comune per invertire la tendenza in atto verso l’autodistruzione, «consapevoli di essere tutti sulla stessa barca».
La serata sarà introdotta da alcuni famosi brani, armonizzati dai padri francescani Albino Varotti e Callisto Giacomini, cantati dalla Corale di San Petronio e Santa Maria della Pace diretta dal maestro Paolo Grandi.