Incendi boschivi, scatta dal 15 giugno la “fase di attenzione”

La Regione: «Massima cautela nel bruciare stoppie e legname»

Foto di repertorio vigili del fuoco

Torna l’allerta incendi in Emilia-Romagna. Da martedì 15 giugno fino al 12 settembre scatta la “fase di attenzione” per incendi boschivi in tutte le province dell’Emilia-Romagna, «a causa del rischio di innesco di focolai di incendio e della loro propagazione» spiega la Regione.
Il provvedimento, come riferiscono da via Aldo Moro, è stato firmato dal direttore dell’agenzia Arpae Rita Nicolini dopo una riunione in videoconferenza alla quale hanno partecipato i rappresentanti della direzione regionale dei Vigili del fuoco, del comando regionale carabinieri forestale e della stessa agenzia regionale.
La raccomandazione «è di gestire con la massima cautela gli abbruciamenti di stoppie, legname e altri residui vegetali durante i lavori agricoli e forestali – scrive la Regione -. Non vanno effettuati abbruciamenti in presenza di vento e vanno realizzati solo in mattinata. I fuochi, infatti, dovranno essere spenti entro le ore 11. Vanno considerate, inoltre, le eventuali ordinanze più restrittive emanate dai singoli Comuni».