Aziende innovative del territorio, dalle microalghe di Biosyntex al 5G di Teko Telecom

Prosegue sulle pagine del nostro settimanale il viaggio per conoscere imprese che fanno dell'innovazione la propria chiave di volta

Quando si parla di Industria 4.0, rivoluzione digitale o transizione ecologica spesso si pensa a Silicon Valley o ai grandi colossi, percepiti come lontani. In realtà sono parole che appartengono anche al nostro tessuto produttivo.
Nel nostro viaggio nel mondo delle imprese innovative del nostro territorio, abbiamo incontrato Teko Telecom, azienda di Castel San Pietro che si avventura nei territori del 5G. «Teko Telecom viene da oltre trent’anni di esperienza nel mondo dell’emissione televisiva, producendo ripetitori. In questo campo, siamo arrivati ad essere il maggiore fornitore della Rai» spiega Remo Ricci, ad dell’azienda (in basso a destra nella foto).
Spostandoci a Imola abbiamo raccontato Plastic Sort (nella foto, a sinistra), che ha sviluppato una tecnologia che permette di separare il materiale plastico, poi nuovamente impiegato nei cicli produttivi. Innovazione è anche il paradigma di Biosyntex, che progetta impianti per coltivare microalghe. «Ogni microalga – rivela l’ad Giovanni Gnudi – ha caratteristiche proprie: alcune sono più adeguate per il settore alimentare, in quanto ricche di proteine e carboidrati, altre sono adatte al mercato dei biocombustibili».


Non perderti la rubrica sulle aziende innovative del territorio. Se vuoi saperne di più, leggi l’articolo completo sul nostro settimanale in edicola dal 3 giugno!
Il nostro giornale è disponibile anche in versione online.

Per sapere come attivare l’abbonamento e leggerlo dovunque vorrai, fai click qui