In Bassa Romagna ripartono le visite ai familiari nelle strutture per anziani e disabili

Le visite dovranno però continuare a rispettare le condizioni di sicurezza sanitaria stabilite con l'Ausl

Foto di repertorio

La notizia che familiari e ospiti delle strutture per anziani e disabili attendevano da tempo è finalmente arrivata. «Tenuto conto dell’andamento epidemiologico delle ultime settimane – comunica l’unione dei Comuni della Bassa Romagna – le strutture accreditate per anziani e disabili nel territorio della Bassa Romagna riavvieranno già dalla prossima settimana le visite ai familiari e parenti. L’obiettivo è quello di riuscire a rinsaldare quelle relazioni che le distanze fisiche hanno messo in crisi in questi mesi tra anziani, disabili, ricoverati e i loro cari».
Ogni struttura ha adottato in questi mesi modalità diverse per venire incontro al bisogno di relazione tra le persone ricoverate e i loro familiari (per esempio attraverso le “pareti degli abbracci”, che continueranno a essere disponibili su prenotazione). La vera novità è che «riprenderanno in base al tempo e dove possibile, le visite in giardino o negli appositi spazi individuati dai singoli gestori».
Le visite continueranno a svolgersi nel rispetto delle condizioni di sicurezza sanitaria, già da tempo adottate dai servizi sulla base di quanto stabilito con l’Ausl.