Manifestazione contro il coprifuoco a Lugo, 40 persone identificate dalle forze dell’ordine

La polizia locale: «Nei loro confronti sanzioni per assembramento e mancato rispetto del coprifuoco delle 22 senza motivazioni legittime»

Dopo quattro giorni di accertamenti, la polizia locale della Bassa Romagna e le altre forze dell’ordine hanno identificato una quarantina di persone che hanno preso parte alla manifestazione non autorizzata contro il coprifuoco che si è svolta venerdì 30 aprile in piazza a Lugo.
«Nei loro confronti saranno elevate le sanzioni per assembramento e mancato rispetto del coprifuoco delle 22 senza motivazioni legittime – comunica il corpo di polizia dell’Unione -. Sono inoltre al vaglio degli inquirenti le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza, per individuare ulteriori persone che si sono rese responsabili del mancato rispetto delle norme».

Perplessi e amareggiati da questo tipo di manifestazioni si dicono all’unisono i sindaci della Bassa Romagna. «Le forze dell’ordine sono chiamate a far rispettare le varie misure introdotte dall’esecutivo nazionale, tra cui il coprifuoco che, pur determinando comprensibili disagi, si fonda sulla necessità di contenere le possibilità di assembramento e dunque gli stessi contagi in fasce orarie particolarmente critiche e in cui l’attività di controllo è giocoforza più ardua».