Nelle aree verdi di Casalfiumanese arrivano 50 nuove piante

«Un albero per ogni nuovo nato nel territorio comunale e, allo stesso tempo, per sostituire gli alberi abbattuti»

Foto Comune di Casalfiumanese

Casalfiumanese è un po’ più verde. Con un’apposita delibera il Comune valligiano ha scelto alcune aree pubbliche nelle quali mettere a dimora 48 nuove piante, tutte di specie autoctone.
Le aree scelte sono il parco di via Bel Piano, l’area verde posta tra via Salieri e via della Repubblica, l’area verde di via Luca Ghini e via Croara. «Quasi tutte le piante sono già state piantumate dal personale comunale e dai volontari del gruppo Auser – spiegano dal municipio – Una misura che va ad implementare il patrimonio arboreo con piante autoctone in base al principio di un albero per ogni neonato nel territorio comunale e allo stesso tempo va a sostituire gli alberi abbattuti».
Principi che si inseriscono nel progetto promosso dalla Regione Emilia-Romagna “Mettiamo radici per il futuro”.
«Siamo ben consapevoli che l’attività di piantumazione di nuova vegetazione abbiano dei risvolti estremamente positivi – commenta la sindaca Beatrice Poli -, è un azione che aiuta a combattere il cambiamento climatico e ci difende dal dissesto idrogeologico. Siamo altrettanto consapevoli che con la realizzazione di cantieri attesi da tempo in questo Comune sono state necessarie alcune scelte che hanno visto l’abbattimento di alcuni alberi, ma siamo pronti a farci parte attiva nella nuova piantumazione, con l’obiettivo finale di piantare, oltre che per ogni neonato un albero, due alberi per ogni albero abbattuto e questo è solo il primo passo».
«Nei prossimi mesi anche le frazioni saranno protagoniste di questo tipo di attività – aggiunge l’assessore Silvano Casella -. Stiamo valutando le aree e il tipo di pianta più idonea. Al contempo come già annunciato a breve verrà approvato il regolamento del verde, una novità assoluta per il nostro Ente.

Parcheggio di Casale basso, «ripianteremo alberi abbattuti»

Com’è noto, durante i lavori al parcheggio di Casale basso (punto di partenza del percorso delle Tre formazioni) erano stati abbattuti diversi alberi.
«Il centro abitato di Casalfiumanese, che ha visto anche la grande riqualificazione del parcheggio di Casale basso, sarà oggetto di una successiva piantumazione di lecci in sostruzione dei pini abbattuti» informa il vicesindaco Marino Angioli.